Dieta manìa: Adamski, Paleo e Dash. Ma la migliore è mediterranea

13 giugno 2017 ore 14:47, Luca Lippi
Con l'estate è dieta manìa, ma non sempre stare attenti a mangiare porta frutto. Bisogna stare attenti alle mode e prendere spunto dalle migliori regole di alimentazione, che nel tempo sono sempre le stesse. La dieta Adamski per esempio è molto usata ed è un metodo di alimentazione che fa dimagrire stando attenti alle intolleranze, dalle quali giura di poter far guarire. Non si contano le calorie, ma si segue il decalogo del dottor Adamski per sgonfiare la pancia in maniera più graduale e duratura. Tra gli effetti del metodo, c'è il dimagrimento ma anche la vittoria su stitichezza, colon irritabile, reflusso, senso di pesantezza, insonnia, stanchezza, dolori articolari e molto altro. Il menù settimanale è semplice e si basa su alcuni principi. Ogni cibo è diviso in tre grandi categorie: cibi veloci, neutri o lenti. Vietato combinare alimenti veloci e lenti per evitare che le tossine si accumulino nell’intestino.

Cibi veloci
Ad esempio frutta, bevande gassate, succhi di frutta, yogurt, pomodori, peperoni, miele, zucca, limone, banana, marmellata, tè verde.
Cibi neutri
Latte vaccino, caffè, tè, birra, il vino rosso, olio, aceto, scalogno, capperi, prezzemolo, basilico, pepe, senape, melanzana, cioccolato fondente, zucchero, cipolla, aglio.
Cibi lenti
Sono i cibi non acidi come verdura, carne, pesce, uova, formaggi, cereali, patate, imais, nocciole, olive, ma anche le mandorle.
Colazione
Consumare alimenti veloci acidi. Sì yogurt, magari con il miele, latte vaccino ed estratti di verdure.
Pranzo
Pasto lento. Almeno 5 ore dopo la colazione. Tra un pasto e un altro 5 ore di tempo. 
Cena
La cena, pasto lento. Almeno un’ora e mezza dopo lo spuntino.
Frutta
Attenzione all’orario: meglio nel pomeriggio, non oltre le ore 17. Così riduce la sua fermentazione all’interno dell’intestino. 
Abbinamenti vietati
Mai unire cibi veloci acidi e cibi lenti non acidi. Il cappuccino: sebbene latte e caffè siano entrambi alimenti neutri, la caffeina distrugge l’enzima che permette la digestione del latte. No pane e marmellata: il cibo veloce acido contrasta con i carboidrati. Bene pesto, carbonara o semplicemente aglio, olio e peperoncino. No anche alla pizza con il pomodoro. Il limone non si può utilizzare su carne e pesce, alimenti lenti non acidi. 
Cibi consigliati
Sì l’olio extravergine di oliva consumato a crudo. Anche il burro non è sconsigliato con moderazione. Avanti con le fibre per le pareti intestinali ma non vanno assunti vicino ad alimenti veloci acidi. Un calice a pasto, meglio se rosso.
Il massaggio viscerale
Il massaggio viscerale prevede la pressione di determinati punti della pancia per sbloccare il duodeno. Serve un terapeuta.
Dieta manìa: Adamski, Paleo e Dash. Ma la migliore è mediterranea
La dieta Paleo - La Dieta Paleo è conosciuta anche come la dieta del cavernicolo. La dieta considera gli alimenti che possono essere cacciati e pescati come la carne e frutti di mare, e gli alimenti che possono essere raccolti come uova, noci, semi, frutta, verdura, erbe aromatiche e spezie.
E' un regime alimentare basato sulle presunte abitudini alimentari dei nostri antenati cacciatori-raccoglitori durante l'era paleolitica, prima dello sviluppo dell'agricoltura circa 10.000 anni fa.
Ciò significa che cereali come grano, latticini, zucchero raffinato, patate e sale sono rigorosamente fuori dal menu.
Non c'è una "dieta paleo" ufficiale, ma in genere si prevedono pochi carboidrati e molte proteine, con alcune variazioni sull'assunzione di carboidrati e di carne.
Uno studio del Karolinska Institute di Stoccolma, pubblicato su European Journal of Clinical Nutrition, ha suggerito che la dieta Paleo "potrebbe contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiache". Tuttavia, si tratta di uno studio limitato che non consente di affermare se la dieta paleo è più efficace di altre diete ipocaloriche.

La dieta Dash - E' stata originariamente creata per aiutare le persone con la pressione alta, riducendo l'assunzione giornaliera di sale; ma la prevalenza di frutta, verdura e proteine equilibrate, su cui si basano le sue ricette e i suoi menù settimanali, ha fatto di questa dieta un ottimo modo per perdere peso, adatto davvero a chiunque.
Lo schema alimentare che propone la dieta Dash non è poi così diverso da una dieta mediterranea ben bilanciata, in cui si indica di limitare il più possibile la quantità di sale, di grassi saturi e colesterolo, che costituiscono un vero e proprio pericolo per il nostro cuore. La dieta Dash prevede come menù settimanale, per le prime due settimane di dieta, la totale eliminazione di grassi e carboidrati. Per i primi 14 giorni, quindi, ci si devrà accontentare di ricette proteiche, in modo da risvegliare il più velocemente possibile il metabolismo. Non a caso sarà proprio in questa prima fase che si perde maggiore peso.
Alla terza settimana, poi, si dovranno ridurre le verdure ricche di amido: si tratta della fase di mantenimento, in cui sarà importante non riprendere peso e diminuire il livello di colesterolo e di zucchero presente nel sangue.

La dieta Meditarranea - Rimane la dieta in assoluto più gustosa e se rispettata nelle dosi e nei dettami basici è anche la più sana. Oggi si associa spesso la Dieta Mediterranea con pane e pasta, ovvero ai carboidrati ritenuti "nemici" della linea. Ma in realtà cos'è che caratterizza realmente questa dieta? Innanzitutto bisogna sfatare questo falso mito, in quanto i carboidrati sono nutrienti essenziali, che, come tutti gli altri alimenti, vanno assunti nelle giuste quantità.
Bisogna sottolineare che la dieta mediterranea, più che ai carboidrati, va correttamente ricondotta (per dirla in breve) a frutta, verdura, pesce e carne bianca, tutti alimenti non solo basilari, ma anche salutari per il nostro benessere in quanto ricchi di nutrienti e poveri di grassi.
Le regole e le caratteristiche di questo modello alimentare potrebbero essere riassunte in due termini esemplificativi: "varietà" e "completezza" che, accompagnate dal buon senso, permettono di seguire un regime alimentare che garantisce gusto e benessere.
La dieta consiglia di assumere tutti gli alimenti secondo principi base riassunti in uno schema chiamato piramide degli alimenti. Ma cos'è la piramide alimentare? Per comprendere come strutturare un regime alimentare secondo i suggerimenti dell'alimentazione mediterranea è possibile consultare l'immagine della nota piramide tradizionale che illustra il consumo ideale dei diversi alimenti per seguire una dieta bilanciata. Seguendo tale illustrazione risulta intuitivo comprendere cosa mangiare quotidianamente, i cibi che vanno consumati poche volte a settimana e gli alimenti che invece devono essere assunti raramente, solo qualche volta al mese. 

#Dieta #Adamski #Paleo #Dash #DietaMediterranea #Manìa

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...