100 anni di Fatima: i tre segreti. Alle 17.30 cattolici riuniti in rosario

13 ottobre 2017 ore 14:59, intelligo
E' l'anniversario dell'apparizione di Fatima e oggi in molte parrocchie italiane o nelle proprie case alle 17:30 si reciterà il rosario. E' il modo dei cattolici di festeggiare il centenario di Fatima, di essere davvero in Comunione, ispirati dal rosario collettivo polacco. 
Papa Francesco è andato già da nel luogo oggi meta di pellegrinaggi, e ha canonizzato i due pastorelli, Giacinta e Francesco Marto, sulle cui tombe si era prima raccolto in preghiera. Se a Fatima è il fazzoletto bianco ad essere il tradizionale omaggio per salutare la Vergine di Fatima, sventolato anche da Bergoglio, l'Italia e il mondo oggi salutano la giornata miracolosa sgrannado i granelli della più antica arma della Chiesa. 
Innumerevoli, come ha detto lo stesso Papa, le "benedizioni che il Cielo ha concesso lungo questi cento anni, passati sotto quel manto di Luce che la Madonna”. Decine di migliaia di oranti ogni giorno visitano il Santuario e Fatima è diventato un manto di Luce, quello di Maria, con cui i cattolici si fanno proteggere dalla Madonna. 
100 anni di Fatima: i tre segreti. Alle 17.30 cattolici riuniti in rosario

I TRE SEGRETI DI FATIMA
Sono stati divulgati dalla Congregazione per la dottrina della Fede da S. E. Tarcisio Bertone, Arcivescovo emerito di Vercelli, Segretario ai tempi della Congregazione per la Dottrina della Fede.
Ecco il testo.

Dovrò, perciò parlare un po' del segreto e rispondere al primo punto interrogativo. 

Cos'è il segreto. Mi pare di poterlo dire, perché dal Cielo ne ho già il permesso. I rappresentanti di Dio in terra mi hanno pure autorizzata, varie volte in varie lettere, una delle quali credo sia conservata dall'Ecc. V. Rev.ma, quella del P. Giuseppe Bernardo Gonçalves, nella quale mi ordina di scrivere al Santo Padre. Uno dei punti che mi indica, è la rivelazione del segreto. Qualcosa ho detto, ma per non allungare troppo quello scritto, che doveva essere breve, mi limitai all'indispensabile lasciando a Dio l'opportunità d'un momento più favorevole. 

Ho già esposto nel secondo scritto, il dubbio che mi tormentò dal 13 giugno al 13 luglio, e che in quest'apparizione svanì. 

Bene. Il segreto consta di tre cose distinte, due delle quali sto per rivelare. 

La prima dunque, fu la visione dell'inferno. 

La Madonna ci mostrò un grande mare di fuoco, che sembrava stare sotto terra. Immersi in quel fuoco, i demoni e le anime, come se fossero braci trasparenti e nere o bronzee, con forma umana che fluttuavano nell'incendio, portate dalle fiamme che uscivano da loro stesse insieme a nuvole di fumo, cadendo da tutte le parti simili al cadere delle scintille nei grandi incendi, senza peso né equilibrio, tra grida e gemiti di dolore e disperazione che mettevano orrore e facevano tremare dalla paura. I demoni si riconoscevano dalle forme orribili e ributtanti di animali spaventosi e sconosciuti, ma trasparenti e neri. Questa visione durò un momento. E grazie alla nostra buona Madre del Cielo, che prima ci aveva prevenuti con la promessa di portarci in Cielo (nella prima apparizione), altrimenti credo che saremmo morti di spavento e di terrore. 

In seguito alzammo gli occhi alla Madonna che ci disse con bontà e tristezza: 

— Avete visto l'inferno dove cadono le anime dei poveri peccatori. Per salvarle, Dio vuole stabilire nel mondo la devozione al Mio Cuore Immacolato. Se faranno quel che vi dirò, molte anime si salveranno e avranno pace. La guerra sta per finire; ma se non smetteranno di offendere Dio, durante il Pontificato di Pio XI ne comincerà un'altra ancora peggiore. Quando vedrete una notte illuminata da una luce sconosciuta, sappiate che è il grande segno che Dio vi dà che sta per castigare il mondo per i suoi crimini, per mezzo della guerra, della fame e delle persecuzioni alla Chiesa e al Santo Padre. Per impedirla, verrò a chiedere la consacrazione della Russia al Mio Cuore Immacolato e la Comunione riparatrice nei primi sabati. Se accetteranno le Mie richieste, la Russia si convertirà e avranno pace; se no, spargerà i suoi errori per il mondo, promovendo guerre e persecuzioni alla Chiesa. I buoni saranno martirizzati, il Santo Padre avrà molto da soffrire, varie nazioni saranno distrutte. Finalmente, il Mio Cuore Immacolato trionferà. Il Santo Padre Mi consacrerà la Russia, che si convertirà, e sarà concesso al mondo un periodo di pace.(7)  

  #fatima #anniversario #100anni #rosario
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...