Dipendenza da smartphone, donne più depresse dei maschi: i sintomi

14 aprile 2017 ore 18:54, Americo Mascarucci
La depressione da smartphone colpirebbe molto di più le donne che gli uomini: è quanto ha rilevato secondo uno studio americano condotto dalla Binghamton University - State University di New York. Sarebbe proprio il gentil sesso a subire di più la dipendenza da smartphone e anche a risentire di più dei sintomi depressivi che questo uso eccessivo potrebbe comportare. Al punto da spingere la persona a diventare talmente dipendente dallo smartphone da isolarsi da tutto ciò che la circonda.
Dipendenza da smartphone, donne più depresse dei maschi: i sintomi

LO STUDIO - Lo studio è stato condotto intervistando 182 studenti di college che hanno raccontato ai ricercatori la loro giornata tipo con lo smartphone.
Ecco quindi che sono state individuate e selezionate cinque diverse tipologie di individui dipendenti da smartphone: il "premuroso", il "regolare", il "fortemente coinvolto" il "fanatico" e il "dipendente".  Dai risultati è emerso che il 7% è stato identificato come dipendente, il 12% come fanatico. 
Entrambi i gruppi hanno sperimentano problemi sociali e sul posto di lavoro, a causa di un bisogno compulsivo di controllare sempre il telefono. Sono così emerse patologie evidenti di depressione, isolamento e ansia sociale, timidezza, impulsività e bassa autostima. Le donne sono apparse più suscettibili a sviluppare dipendenza. 
"Si può prevedere che la dipendenza aumenterà mano a mano che ci saranno avanzamenti, applicazioni, giochi e gadget" evidenzia Isaac Vaghefi, tra gli autori dello studio. Vaghefi elenca anche quattro campanelli d'allarme: attenzione a utilizzare la tecnologia come un modo per sfuggire ai problemi o alleviare impotenza, senso di colpa, ansia o depressione. Occhio anche se si ignora ciò che accade realmente per il virtuale, se si controlla costantemente lo smartphone, anche quando non suona o vibra, e se si diventa paranoici quando non lo si ha dietro.

EFFETTI DELLA DIPENDENZA - Gli effetti della dipendenza da smartpghone possono essere diversi. Questa può portare ad un fenomeno chiamato "allucinazioni da vibrazione"un ‘disturbo’ che colpisce nove utilizzatori su dieci.In pratica il soggetto è portato a controllare continuamente il proprio apparecchio convinto che sia arrivata una chiamata o un messaggio che in realtà non c'è. Un'ansia che appunto diventa allucinazione. 
Gli smartphone, poi, possono creare disturbi al sonno: se tenuti sul comodino durante la notte, come avviene molto di frequente, le luci che emettono possono interferire con il riposo. Inoltre, per chi ascolta anche la musica, soprattutto se ad alto volume, sono stati riscontrati danni all’udito. 

I SEGNI DELLA DIPENDENZA - I segni della dipendenza da smartphone si possono facilmente riconoscere da tutta una serie di comportamenti. Si è dipendenti se:
– la maggior parte del proprio tempo e/o delle proprie attività sono collegate all’utilizzo dello smartphone comprese: telefonate, chat, giochi, video e foto, internet, social network, app, lettura, musica e quant’altro.
– queste attività tolgono del tempo ad altre attività come per esempio lo studio, lo sport, le uscite con gli amici ecc….
– queste attività vengono svolte anche in parallelo ad altre attività come il mangiare, lo studiare, il fare sport, stare in bagno ecc…..
– l’uso eccessivo di smartphone e tablet può portare a sperimentare sensazioni come di stordimento, cerchio alla testa, dolore alla testa, al viso, se non si usa l’auricolare o si ascolta la musica troppo alta alle orecchie e in certi casi anche vertigini.
– si crea quasi un legame affettivo con lo smartphone, si ha quasi difficoltà a staccarsi, 
– si usa il telefono non per necessità, ma per routine perché ormai fa parte della persona.
– lo smartphone viene prediletto a tutte le altre forme di comunicazione e a tutti gli altri oggetti tecnologici.
– soddisfa pure i bisogni, risponde a quasi tutte le esigenze e viene usato come mediatore nelle relazioni facilitando tutte le modalità comunicative dirette.
– nei momenti vuoti e di pausa si prende subito lo smartphone in mano.
– si ha il bisogno di essere sempre in contatto con qualcuno.
– si ha la sensazione di non essere mai soli (si ha quasi paura di sentirsi soli).
– si usa lo smartphone come mezzo di controllo anche di amici, parenti e conoscenti.
– si tende a provare ansia o perfino angoscia se il telefonino è scarico o se non funziona o se non si ha la connessione.
– spesso si hanno più oggetti tecnologici come per esempio smartphone, tablet e ipod e si alternano gli uni agli altri o si usano anche insieme in modalità multitasking.
– si ha l’abitudine di tenere il telefono sempre accesso anche dove è vietato come a scuola o anche durante la notte (attività che provoca numerosi risvegli notturni e va ad interferire con la qualità del sonno).

#smartphone #donne #dipendenza

caricamento in corso...
caricamento in corso...