Macelli clandestini, choc a Nebrodi: carne infetta dalle filiere alle tavole

14 dicembre 2016 ore 13:32, Americo Mascarucci
Gli agenti del commissariato di polizia di Sant’Agata di Militello e della squadra mobile di Messina hanno eseguito decine di arresti nei confronti di allevatori e veterinari pubblici.
La polizia ha eseguito 33 misure cautelari nel territorio del Parco dei Nebrodi nell'ambito dell’indagine ‘Gamma interferon’ che ha scoperto una presunta filiera illegale di ingenti quantitativi di carne destinata al consumo. 
Cinquanta complessivamente le persone indagate, tra loro allevatori e macellai, affiancati da medici veterinari in servizio presso l’Asp di Sant’Agata Militello, ciascuno con un preciso ruolo nell'organizzazione.
Nell'operazione due persone sono state raggiunte da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere e nove da ordinanza ai domiciliari. Sono stati notificati 18 obblighi di dimora, una persona è stata raggiunta da divieto di dimora e sono tre i veterinari sospesi dall'esercizio delle funzioni.
 
Le indagini avrebbero fatto emergere come le attività illegali siano iniziate con furti di animali, per poi proseguire con la macellazione clandestina e successiva vendita al pubblico, con messa in commercio di alimenti potenzialmente pericolosi per la salute, poiché privi di controlli sanitari e quindi ad altissimo rischio per la trasmissione di malattie infettive. 
Ol maxi-blitz è l’ultimo in ordine di tempo condotto dagli uomini del commissariato di Sant’Agata di Militello con competenza in quasi tutti i comuni del Parco dei Nebrodi.
Da quando, nel 2014, si è insediato il vicequestore aggiunto Daniele Manganaro è stata costituita una task force di investigatori con competenze diverse — fra cui anche esperti chimici — che ha condotto numerose indagini sui reati ambientali e, soprattutto, su quelli legati all'agricoltura e agli allevamenti. 
In poco più di due anni questa squadra ha sequestrato numerose centinaia di capi di bestiame, messo sotto sigilli 20 macelli clandestini, denunciato decine di allevatori per abigeato e maltrattamenti sugli animali. 
Soprattutto ha scoperto che le organizzazioni criminali hanno messo gli occhi sul traffico di farmaci illegali proveniente dall’Est europeo. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...