Politics chiude con sfogo choc: Semprini parla pure di padre e sorella - VIDEO

14 dicembre 2016 ore 20:27, intelligo
Chiusura anticipata non senza polemiche. Tocca allo stesso conduttore scelto da Daria Bignardi, §Ginaluca Semprini, spiegare il suo ko televisivo. 

Il talk show politico del martedì sera di Rai3 "Politics" è stato un flop alla faccia del silurato Giannini che con Ballarò resisteva alla tanta e importante concorrenza, a partire da Dimartedì dell'ormai sempre più vincente Floris. 
Ha aspettato la puntata finale il giornalista per salutare il pubblico e "con un sorriso amaro dico alla direzione che mi ha voluto qui che non si può avere paura dopo i primi insuccessi". Ma non è mancato uno sfogo amaro e qualche contro-risposta al vetriolo. Le critiche vanno bene, ma Semprini punta il dito e accusa in particolare un giornale che è arrivato a "infiltrare una spia in redazione". Poi continua: “Comunque vada sarà un successo? Questo purtroppo è stato un fallimento. La colpa è soprattutto mia, mi prendo responsabilità. Vi avevo promesso, tra il serio ed il faceto, che a domande precise avrei ottenuto risposte precise dai politici: non ci sono riuscito e ovviamente mi avete punito in termini di share. Però questa redazione, tutta la squadra di Politics, è stata equidistante. Nel referendum, fra il sì ed il no, hanno scelto il forse dandovi un’informazione pulita. Questo lo rivendico”.
Alla fine gli tocca rispondere alle feroci critiche anche con una confessione choc di tipo familiare per rispondere proprio a quel giornale che proprio non gli va giù: "Ho ricevuto una marea di critiche. Alcune giuste e legittime. Alcune ingenerose, altre vergognose. C’è stato un quotidiano che fino a metà giugno mi considerava un bravo giornalista, poi appena ho firmato con la Rai sono diventato un servo del governo. E va bene, ci può stare. Altri hanno addirittura infiltrato una spia nella nostra redazione, chissà cosa dovevano scoprire. Alla fine hanno proprio esagerato: hanno scritto che noi sfruttavamo i casi di malati di tumore e diabete. Nella mia storia personale c’è un papà morto di tumore e una sorella morta di diabete: non vi dovete permettere. Non fate lezioni di moralità”. 


 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...