Austria, arrestato il sosia di Hitler: baffetti e non solo uguali al Führer

14 febbraio 2017 ore 15:41, Andrea De Angelis
Prendete un dittatore dello scorso secolo, quello per intenderci che ha cambiato la storia del mondo operando solo in Germania. Un uomo che ha dato vita a un genocidio di indicibile drammaticità, il cui odio verso intere nazioni ha raggiunto livelli record nella storia dell'umanità. La cui forza politica è stata condannata al punto da prevedere il reato di "apologia di nazismo". Il sosia di Hitler però esiste, è esistito e esisterà perché la libertà degli uomini prevede anche questo. Emulare, inseguire il ricordo e riportarlo in vita di uno dei peggiori uomini della storia. Accade in Austria, ma adesso questa persona è finita in carcere. Insieme alle sue idee e a quei baffetti che ricordavano proprio il Führer.

Austria, arrestato il sosia di Hitler: baffetti e non solo uguali al Führer
Il sosia di Hitler
Un uomo di 26 anni, Harald Zenz, abbigliato come Hitler, con baffetti e bombetta, è stato arrestato dalla polizia a Braunau, in Austria, con l’ipotesi di apologia del nazismo. L’uomo, come riporta Il Fatto Quotidiano, si aggirava attorno alla casa natale di Hitler da diversi giorni. Il giovane è ora accusato di apologia del nazismo, un reato punito penalmente in Austria.
"Sapeva esattamente quello che stava facendo", ha detto un portavoce della polizia, escludendo che il giovane avesse messo in atto uno scherzo o una qualche forma di provocazione artistica.

La casa di Hitler
L'accuso che gli viene mossa è dunque quella di apologia del nazismo, un reato che in Austria, come detto, è punito penalmente. Intorno alla casa natale di Hitler, invece, c'è stato un vero e proprio caso politico. I parlamentari austriaci hanno approvato lo scorso 15 dicembre l'esproprio della casa dov'è nato Adolf Hitler, ponendo così fine ad anni di battaglie legali. Non è tuttavia chiaro cosa accadrà ora all'edificio. Un'ampia maggioranza ha approvato la nuova legge proposta dal governo in un tentativo di fermare le spinte che vorrebbero trasformare l'edificio, che si trova a Braunau am Inn, nel nord del paese alpino, in un santuario neonazista. Il proprietario, Gerlinde Pommer, riceverà un risarcimento ancora non definito.

#hitler #sosia #Austria

caricamento in corso...
caricamento in corso...