Domenico Maurantonio è stato ucciso, caduto "a testa in giù" per la perizia

15 giugno 2016 ore 16:51, intelligo
Ce lo aveva detto Alessandro Meluzzi, in un'intervista datata ormai, ma mai così attuale. Parliamo dell'inchiesta sulla morte di Domenico Maurantonio, lo studente padovano precipitato dalla finestra di un hotel a Milano. Quella gita maledetta è passata al vaglio degli inquirenti e una nuova perizia ora avvallerebbe l'ipotesi di omicidio. 

Lo psichiatra aveva già affrontato questa ipotesi con IntelligoNews: "Più che l’ipotesi della colluttazione, del gioco, se ti mettono a sedere su un davanzale uno si aggrappa. E’ questa la prima cosa che viene in mente. Secondo me prende sempre più corpo la forma del
Domenico Maurantonio è stato ucciso, caduto 'a testa in giù' per la perizia
gioco stupido, goliardico, finito male, che spiegherebbe anche questo atteggiamento un po’ omertoso da parte di tutti e getterebbe una luce sinistra sulla vicenda. Diventerebbe un po’ più che un incidente, un incidente con delle responsabilità colpose preterintenzionali e anche qualche omissioni di prudenza di custodia da parte degli insegnanti, se davvero questa è stata una cosa fatta da più persone". Parole pesanti che ora perr il legale della famiglia del 19enne, poggiano su una realtà giuridica. Domenico fu tenuto a testa in giù nel vuoto e dopo la caduta il suo corpo fu spostato?
Andranno lette le 3mila pagine con cui il perito spiega la sua indagine e tenderebbe ad escludere l'incidente.
Utile al fine dell'indagine l'impronta lasciata dal giovane sul muro esterno dell'albergo mentre cadeva. E ora riflettori puntati sui compagni del ragazzo..
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...