I nuovi Lea, dall'eterologa ai vaccini: stop ai tagli e ok del Mef vicino

15 luglio 2016 ore 11:42, Lucia Bigozzi
Nuovi Lea punto e accapo. Stiamo parlando dei Livelli essenziali di assistenza, ovvero le prestazioni e i servizi che il Servizio sanitario nazionale è tenuto a fornire a tutti i cittadini, gratuitamente o dietro pagamento di una quota di partecipazione (i cosiddetti ticket), con le risorse pubbliche raccolte attraverso la fiscalità generale. I nuovi Lea, prossimi alla bollinatura da parte del Mef, di fatto ripristinano la piena libertà prescrittiva dei medici. Una questione al centro del braccio di ferro tra Ministero della Salute e camici bianchi. Intanto, viene sancita una chiara separazione tra i concetti di erogabilità e di appropriatezza prescrittiva. Il tutto confermato nel summit con il ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

I nuovi Lea, dall'eterologa ai vaccini: stop ai tagli e ok del Mef vicino
In pratica, secondo quanto spiega la presidente del Fnomceo Roberta Chersevani “il nuovo testo richiama sia l’autonomia che la responsabilità nel medico nel perseguire l’appropriatezza.
Parole ben presenti nel nostro?Codice deontologico, ma che tutta la vicenda del ‘Dm appropriatezza’ ci ha consentito, se non altro, di valorizzare”. Per comunicare le novità sarà redatto un manifesto che verrà collocato in tutti gli studi medici per informare gli assistiti che il medico potrà continuare a prescrivere tutto ciò che riterrà necessario alla tutela della salute, sulla base delle evidenze scientifiche e delle regole previste dall’organizzazione del Servizio sanitario nazionale. 

C’è un altro passaggio sul quale la Chervesani si sofferma: “La richiesta ai prescrittori di inserire il sospetto diagnostico nella richiesta di un esame attiene sempre in un’ottica di comunicazione al miglioramento del dialogo tra professionisti, utilissimo per favorire sostenibilità e tutela del cittadino”. Infine sulla ‘famigerate’ “note” su cui i medici hanno mostrato il pollice verso? In base alla Relazione illustrativa dei nuovi Lea, sono state individuate le “indicazioni di appropriatezza prescrittiva, per le quali non sussiste l’obbligo da parte del medico di apporre la nota all’atto della prescrizione”. 

Ma quali sono le novità dei Lea? Si possono sintetizzare il alcune parole: eterologa, parto senza dolore, vaccino contro varicella e pneumococco, screening alla nascita e aggiornamento dell'elenco delle malattie rare e croniche che danno diritto all'esenzione dal ticket: sono state introdotte dai nuovi Livelli essenziali di Assistenza tra le prestazioni che il Servizio Sanitario Nazionale si impegna a garantire in tutte le Regioni. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...