Auguri Apple, i 10 anni dell'iPhone tra innovazione e tradizione

15 marzo 2017 ore 17:23, Micaela Del Monte
L'iPhone compierà 10 anni, il primissimo iPhone fu infatti presentato da Apple nel 2007 sul palco del Macworld, un emozionato Steve Jobs si apprestava a concretizzare un sogno coltivato per due anni e mezzo: Apple avrebbe lanciato uno smartphone proprietario. L’iPhone fu un prodotto assolutamente innovativo con funzioni come il pinch-to-zoom nelle foto o lo scrolling nella libreria musicale che fecero la storia di quel primo gioiello targato Apple. 

Auguri Apple, i 10 anni dell'iPhone tra innovazione e tradizione
IL PRIMO IPHONE
L’iPhone originale non poteva registrare video e nemmeno inviare MMS ma solo SMS; l’iPhone non possedeva neanche un GPS integrato, particolare da non sottolineare e che rendeva indispensabile l’utilizzo di GPS esterni da connettere in Bluetooth allo smartphone; quarta e forse più importante limitazione, il primo iPhone fu commercializzato solo in America, limitando vistosamente le vendite e la diffusione del terminale. A limitare la diffusione del prodotto fu anche il prezzo che appariva decisamente troppo elevato per un telefono completamente nuovo e ancora sconosciuto a molti.
Dell’iPhone originale stupivano le funzioni di base, il Multi-Touch e l’integrazione nativa con alcuni servizi come Google Maps e YouTube.

L'EVOLUZIONE
L’iPhone di seconda generazione aveva un design diverso dal precedente, pur mantenendo praticamente intatta la parte anteriore del dispositivo. Il retro, infatti, passava dall’essere realizzato in alluminio alla plastica, operazione che consentì di uniformare il colore nero e di introdurre anche una versione bianca del telefono. L’iPhone di seconda generazione aveva un design diverso dal precedente, pur mantenendo praticamente intatta la parte anteriore del dispositivo. Il retro, infatti, passava dall’essere realizzato in alluminio alla plastica, operazione che consentì di uniformare il colore nero e di introdurre anche una versione bianca del telefono.

IL FUTURO
L'iPhone 4 (e il seguente 4S) rappresentò senz'altro la rivoluzione dell'iPhone. Completamente diverso, più sottile e squadrato rispetto all’estetica del predecessore; quindi la nuova banda metallica esterna con doppia funzione (cornice per il telefono e sede di tutte le antenne, responsabile alla fine del fenomeno “Antennagate”); il nuovo processore A4, il primo ad essere prodotto da Apple; il Retina Display ad altissima risoluzione; la nuova fotocamera da 5 megapixel; la possibilità di effettuare chiamate video con FaceTime grazie alla fotocamera posta sul retro e l’integrazione del flash LED sul retro per scattare foto anche al buio.
Per la prima volta il classico modello nero veniva affiancato da un secondo iPhone completamente bianco, anche se a causa di alcuni problemi con la vernice utilizzata per la produzione vi furono ritardi importanti per la commercializzazione del prodotto.

OGGI
Dal 5 in poi l'iPhone non ha fatto altro che crescere, migliorare ed entusiasmare. Cambia lo stile, la forma e soprattutto praticità e velocità. Con l’avvento del primo iPhone “standard” da 4,7?, iPhone 6 (750×1334 pixel), e del fratello maggiore da 5,5? (Full HD), iPhone 6 Plus, anche Apple ha aderito implicitamente alla direzione presa dal mercato: quelli che una volta erano definiti “phablet” sono ormai comuni smartphone. Con un design ridisegnato, ricco di linee tondeggianti e di materiali premium, iPhone 6 e 6 Plus, entrambi dotati di chip Apple A8, introdussero una camera da 8 megapixel, oltre al supporto ai pagamenti NFC, assente fino a quel momento. Con il 6s arriva la novità del 3D Touch, un sistema di riconoscimento della pressione che permette di eseguire azioni specifiche in base alla forza esercitata sullo schermo. Con l’integrazione di questa nuova tecnologia, Apple implementò nel firmware una serie (inizialmente, a onor del vero, abbastanza limitata) di funzioni e scorciatoie rapide attivabili tramite l’utilizzo del 3D Touch, dedicate esclusivamente ad iPhone 6s e 6s Plus.

L'iPhone 7 segna invece (forse) la vera svolta, non mancano però le critiche. Gli iPhone 7 e iPhone 7 Plus, con un design rinnovato solo in minima parte, rappresentano la nona edizione dello smartphone più venduto al mondo.
Con uno storage interno esteso fino a 256 GB, una camera da 12 megapixel (dual camera per il modello Plus), certificazione IP67 (che li rende Water Resistant, e non esplicitamente Water Proof) e chip Apple A10 Fusion, iPhone 7 e 7 Plus eseguono iOS 10, la decima release del sistema operativo dell’azienda di Cupertino.
La caratteristica più discussa è senz’altro l’assenza dell’ingresso jack da 3,5mm, che impedisce agli acquirenti di utilizzare qualsiasi auricolare che non sia dotato di connettività bluetooth, se non ricorrendo all’adattatore fornito in confezione. Infine, tra critiche ed elogi, con ad iPhone 7 e 7 Plus ha debuttato la colorazione Jet Black, tanto apprezzabile a livello estetico quanto soggetta a graffi e danneggiamenti.

caricamento in corso...
caricamento in corso...