Il Centro sud flagellato dal maltempo: il bilancio tra morti e feriti

15 ottobre 2015, Americo Mascarucci
Il Centro sud flagellato dal maltempo: il bilancio tra morti e feriti
Purtroppo le previsioni meteo non sono state smentite, l’ondata di maltempo annunciata si è riversata soprattutto al Centro Sud mietendo vittime e provocando danni ingenti in alcune regioni. 

La situazione più tragica in Abruzzo in seguito alla violenta alluvione che ha colpito soprattutto la Marsica.  Qui sono morte due persone, un anziano di Tagliacozzo annegato nella sua cantina allagata e una donna di Civitella Roveto travolta dal crollo del muro della sua abitazione. Sono stati molteplici gli interventi dei Vigili del Fuoco che hanno portato in salvo diverse persone, anziani , bambini e disabili innanzitutto. Oltre un centinaio gli interventi effettuati soprattutto nella Valle Roveto in seguito allo straripamento  del fiume Liri . La situazione è tuttora drammatica da quelle parti. Sembra invece migliorata nella Valle del Fucino. 

Tragica anche la situazione in Campania, a Benevento e in altri centri della provincia dove una donna di circa settant’anni è morta travolta dall’acqua in seguito all’esondazione del fiume Calore. I centralini dei Vigili del Fuoco sono andati in tilt a causa delle innumerevoli richieste di soccorso giunte da più parti. Decine di auto sono state trascinate via dalla furia del fiume Calore con ingenti danni alla rete viaria. 

Una vittima anche nel Lazio. Si tratta di un uomo di circa quarant’anni la cui auto è stata travolta da una frana nella zona Sant’Agata a Paliano in provincia di Frosinone. 

Stesso scenario anche in Puglia nel territorio della Capitanata e in particolare nelle città di Foggia, Troia, Lucera ed alcuni centri del Subappennino dauno. Case e scantinati allagati, automobilisti bloccati sulle strade dall’acqua che ha invaso le carreggiate oltre che dal fango e dai detriti che hanno ostruito la circolazione. Vigili del Fuoco, Carabinieri, operatori del 118, Protezione civile in campo per soccorrere le persone bloccate nelle case e per le strade e per soccorrere i feriti.  Fortunatamente qui non ci sono state vittime.
Alla periferia di Foggia sono crollati i solai di due abitazioni in quel momento vuote, mentre la caduta di un fuilmine sempre a Foggia, ha fatto saltare l’energia elettrica in varie zone della città. Innumerevoli i disagi anche per la circolazione ferroviaria. 

Infine in Sicilia. Un violento temporale si è abbattuto nella notte su Palermo e provincia creando numerosi allagamenti e disagi su tutto il territorio. In particolare, a Palermo si è allagato il sottopassaggio di via Leonardo da Vinci, con diverse auto rimaste bloccate dall'acqua. Numerosi i cartelloni pubblicitari divelti e gli alberi caduti, anche nel centro città.

A Partinico un albero è caduto sui cavi elettrici della ferrovia, costringendo i Vigili del fuoco a interrompere la circolazione dei treni. Una frana ha colpito gli abitanti di via Benevento sempre a Partinico, costretti a lasciare le loro abitazioni.

Sulla Strada statale 186, nei pressi di Monreale, è franato un costone roccioso, che ha bloccato le due carreggiate. Un'altra piccola frana a Corleone ha interrotto la circolazione sulla Strada statale 118 con Ficuzza. Problemi anche sull'autostrada A19, tra Villabate e Bagheria, dove si sono abbattuti alcuni alberi sul manto stradale.

caricamento in corso...
caricamento in corso...