A Genova nascono due coppie di gemelli identici, il miracolo anti-aborto è da record

16 dicembre 2015 ore 9:54, Micaela Del Monte
A Genova nascono due coppie di gemelli identici, il miracolo anti-aborto è da record
All'Istituto Gaslini di Genova, caso quanto mai raro di gravidanza quadrigemina (con due placente e quattro sacche amniotiche) e caso pressoché unico in Italia di doppio parto gemellare, con una coppia di maschi identica ed una coppia di femmine identiche.

Un record assoluto arrivato in seguito ad un problema di infertilità al primo tentativo di fecondazione in vitro che ha portato alla creazione di due set di gemelli identici, monozigoti. Alla coppia era stata consigliata l’interruzione selettiva di gravidanza per evitare gli alti rischi di parto pretermine della gravidanza multipla, ma i genitori, come riportano i media locali, non hanno voluto scegliere. Non hanno voluto abortire, seppure parzialmente. “Ci siamo aggrappati alla fede”, hanno detto. 

Hanno provato a tenere tutti e quattro i bambini, non solo due. E ce l’hanno fatta (non è stata semplice neanche per il personale medico e paramedico: in sala parto erano in 16 fra medici, infermieri, anestesisti e ostetriche). I piccoli, nati alla 31esima settimana di gravidanza, attualmente sono ricoverati nel reparto di terapia intensiva neonatale dell’ospedale ligure e godono di buona salute. Hanno cominciato ad alimentarsi con il sondino e non hanno quasi più bisogno di aiuto respiratorio. Si è trattato di un parto unico, per la prima volta, in Italia ed Europa, per quanto noto. "Un caso rarissimo. Vi è un'unica gravidanza dello stesso tipo conclusasi con il parto di quattro gemelli, tutti vivi, in America. Ad oggi, tutti i neonati hanno ancora bisogno di un modesto aiuto respiratorio, ma hanno tutti cominciato ad alimentarsi per via endovenosa dalla madre" - hanno spiegato i neonatologi Francesco Risso e Francesco Campone - "mentre i primi esami di ecografia cerebrale parlano di una situazione perfettamente nella norma".

I quattro piccoli si chiamano Vittoria, Costanza, Marcantonio e Geremia e i genitori Maria Antonietta e Andrea sono al settimo cielo: “Siamo felicissimi, per noi e per ogni altra donna che dovesse trovarsi in una situazione simile non abbiamo mai pensato di abortire, ci siamo aggrappati alla fede, ho pensato sono dentro di me e li devo far nascere, se non c’è stato nessuno prima di me, devo essere io il caso positivo per un’altra donna, oggi sappiamo che è andata così, abbiamo i nostri piccoli e possiamo dare coraggio agli altri, è un grande risultato. Voglio dare il mio supporto ad altre coppie che si dovessero trovare ad affrontare un percorso simile. Il professor Paladini mi ha accompagnato in questo difficile percorso: è stato il solo specialista consultato a darci una speranza, proponendoci di procedere passo a passo sempre informandomi sui rischi, con grande professionalità e onestà, ma venendo incontro ai nostri sentimenti" ha raccontato la neomamma.
caricamento in corso...
caricamento in corso...