Più farmaci biotech, motori di sviluppo dell'industria made in Italy

16 luglio 2015, intelligo
145 farmaci biotech disponibili per le più importanti aree terapeutiche secondo il quarto "Rapporto sulle biotecnologie del settore farmaceutico in Italia - 2015" realizzato da Farmindustria in collaborazione con Ernst & Young e presentato oggi a Roma. 

Più farmaci biotech, motori di sviluppo dell'industria made in Italy
Ma non solo. 

Ci sarebbero anche, pronti sui blocchi di partenza, 301 progetti che potrebbero cambiare la vita di molti malati, anche con malattie rare. Tutti in fase di ricerca e di sviluppo. L'industria farmaceutica, sottolinea Farmindustria, "in questi anni ha svolto un ruolo davvero prezioso, rappresentando un punto di riferimento per la crescita, grazie agli ingenti investimenti nel biotech, all'occupazione qualificata e alla capacità di aumentare l'export. 

E' quindi un fiore all'occhiello del made in Italy che va salvaguardato attraverso politiche stabili per favorire gli investimenti. Per vincere la competizione internazionale e' necessario: porre la giusta attenzione al valore industriale della farmaceutica; riconoscere l'innovazione". 

I numeri parlano da soli e tra le Regioni, la Lombardia occupa il primo posto per numero di imprese del settore del Farmaco biotech (90 strutture), seguita da Lazio (37), Toscana (26), Piemonte (22) ed Emilia Romagna (21).

Le aziende biotech in Italia sono 199, con investimenti pari a 563 milioni nel 2013 (+3,3 per cento rispetto al 2012), fatturato di 7.302 milioni (+4,3 per cento rispetto al 2012) e circa 4.000 addetti (in linea con il 2012). Rispetto al totale di 199, 66 sono imprese del farmaco con un fatturato pari a 7.121 milioni di euro, investimenti in R&S di 497 milioni di euro e 2.850 addetti in R&S. Rappresentano l'86 per cento in media del valore del comparto. E 133 sono altre biotech (aziende, per esempio, che si occupano solo di biotecnologie). Conta il fatturato di circa 181 milioni di euro, e gli investimenti in R&S biotech per 66 milioni di euro e 1.048 addetti. 

Tutto questo rappresenta quindi un motore per lo sviluppo anche sociale, scientifico ed economico dei singoli territori

(m.m.)
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...