Quante tinture di capelli agevolano il cancro al seno: le alternative

16 ottobre 2017 ore 16:30, Americo Mascarucci
Occhio alle tinture per capelli, potrebbero essere causa di cancro al seno. Non è la prima volta che gli esperti mettono in guardia sulla pericolosità delle tinture per capelli soprattutto quelle permanenti. Negli uomini aumenta il rischio di cancro alla vescica ma potrebbero anche essere causa di leucemie. Adesso si scopre che nella donna aumenterebbe il rischio di cancro al seno, ragione che avrebbe spinto gli esperti a consigliare un ricorso alla tinta limitato nel tempo, massimo sei volte l'anno, e non una volta al mese come invece fanno molte donne. Non esiste un rapporto causa-effetto ma un rischio molto elevato soprattutto in presenza di particolari coloranti.
Quante tinture di capelli agevolano il cancro al seno: le alternative

LO STUDIO 
L'allarme arriva dal chirurgo senologo Kefah Mokbel del Princess Grace Hospital di Londra. In base alle ricerche da lui elaborate si evincerebbe che le donne con l'abitudine di tingersi ripetamente i capelli correrebbero il 14% di pericolo in più di cancro mammario. Non basterebbe tuttavia limitare le tinture ma anche utilizzare prodotti naturali. Il professore ha illustrato la sua ricetta al Daily Mail online. 
"Sarebbe preferibile scegliere prodotti con una concentrazione minima di ammine aromatiche come PPD - spiega -  ulteriori ricerche sono necessarie per chiarire la relazione tra coloranti per capelli e cancro al seno al fine di informare meglio le donne".
Sanna Heikkinen del Finnish Cancer Registry, aggiunge: "Abbiamo osservato la possibile connessione tra le tinture per capelli ed il rischio di cancro al seno. Tuttavia, non è possibile confermare una vera connessione causa-effetto. Potrebbe essere, ad esempio, che le donne che utilizzano tinture per capelli utilizzano anche altri cosmetici più di donne che non hanno mai usato coloranti per capelli".
Gli esperti poi suggeriscono il ricorso a prodotti naturali. "Anche se sono necessari approfondimenti, i nostri risultati suggeriscono che l'esposizione alle tinte per capelli può contribuire al cancro del seno - proseguono - meglio optare per coloranti naturali e sottoporsi sempre a screening preventivi dall'età di 40 anni in su".
Come il caso della tintura Henné ricavata dalle foglie essiccate e polverizzate di un arbusto (Lawsonia inermis L. fam. Lythraceae) comunemente chiamato henna. Conosciuta ed utilizzata da migliaia di anni nei Paesi africani ed indiani, l'henné viene ancora oggi impiegata come colorante per tessuti, unghie, pelle (tatuaggi) e capelli.
Necessario quindi stare in guardia e non esagerare. Questo non significa che si debba rinunciare alla tintura dei capelli soprattutto in età avanzata, ma sarebbe preferibile non abusarne, ossia non eccedere con eccessiva periodicità. E accertarsi che i prodotti usati siano a base di prodotti naturali e non di sostanze cancerogene. Un problema soprattutto per le donne ma anche per le ragazze spesso alla ricerca di coloranti stravaganti per mettersi in evidenza (capelli rosso fuoco, verdi, blu o viola) e che a lungo andare potrebbero causare danni alla cute in primo luogo e al resto del corp.

#capelli #tinture #cancroalseno
caricamento in corso...
caricamento in corso...