La provocazione "acchiappa voti" di Di Maio: "Vogliamo l'Osce in Sicilia"

16 ottobre 2017 ore 17:00, Americo Mascarucci
Si infiamma la campagna elettorale in Sicilia per l'elezione del nuovo governatore e per il rinnovo dell'assemblea regionale. C'è forte tensione soprattutto nel Movimento 5Stelle dopo che le polemiche sulla regolarità delle regionarie che hanno incaronato candidato Giancarlo Cancelleri hanno fatto perdere molti punti ai grillini. Fino a poche settimane fa Cancelleri era dato infatti per favorito dai sondaggi, poi con la decisione del tribunale di sospendere la sua candidatura per effetto di un ricorso presentato da uno sfidante escluso dalle regionarie, ha fatto registrare un crollo. Nonostante Cancelleri sia rimasto in sella, i sondaggi vedono una netta prevalenza del centrodestra, con i sondaggi concordi nel prevedere ad oggi una vittoria di Nello Musumeci.
La provocazione 'acchiappa voti' di Di Maio: 'Vogliamo l'Osce in Sicilia'

L'ALLARME DI DI MAIO
E' sceso in campo il leader del Movimento e aspirante premier a 5Stelle Luigi di Maio che ha rilanciato l'operazione trasparenza. In una conferenza stampa alla presenza dello stesso Cancelleri il leader grullino ha dichiarato: "Chiediamo l'intervento dell'Osce per verificare e monitorare il corretto svolgimento delle elezioni. E anche i cittadini si rendano disponibili come rappresentanti di lista: è molto importante monitorare tutte le operazioni di scrutino. Siamo molto preoccupati per la possibilità concreta che il voto sia inquinato dagli impresentabili del centrodestra e dalla pratica del voto di scambio". Un attacco dunque indirizzato verso l'avversario più temuto. Musumeci appunto, visto che la partita sarebbe tutta fra quest'ultimo e il candidato grillino che però sembrerebbe faticare a riguadagnare terreno. 
Di Maio va giù duro: "C'è un grave pericolo di condizionamento del voto e di mancanza di libertà di voto, per questo chiediamo l'intervento degli organismi internazionali come si fa in quei Paesi in cui la libertà è a rischio perché si può condizionare il voto. Chiediamo alla presidente dell'Antimafia Bindi di rendere noto l'elenco ufficiale degli impresentabili prima del voto. Finora a farlo sono stati solo Cancelleri e la stampa. Ci hanno detto che c'è un problema tra le procure e la Commissione nel trasferire tutte le informazioni: non scherziamo, non facciamo ridere tutto il mondo, non ci prendano in giro dicendo che c'è un problema a reperire le informazioni e che l'elenco sarà dato solo dopo le elezioni: la commissione ci dia i nomi degli aguzzini della Sicilia prima che si vada a votare. Altrimenti saremo lo zimbello del mondo. La Bindi velocizzi le procedure".
Accuse gravi che per il centrodestra sarebbero il sintomo del nervosismo dei grillini che già pare si sentissero vincitori delle elezioni con Cancelleri già pronto ad occupare la poltrona lasciata da Crocetta. E dal fronte di Musumeci c'è già chi minaccia querele. 

#dimaio #osservatoriosce #votosicilia

caricamento in corso...
caricamento in corso...