Trascinato e ucciso da auto pirata: dolore e rabbia per Raghi "rapper di Dio"

17 dicembre 2016 ore 10:41, Americo Mascarucci
Un'altra vittima della strada, un'altra vita spezzata da un pirata della strada che non si è nemmeno fermato a prestare soccorso.
Così è morto il trentenne Raghi Cioni di Ponte a Egola investito e ucciso da un veicolo pirata in via Maremmana a La Serra di San Miniato. 
Il giovane stava percorrendo in sella alla sua bici via Maremmana, vicino al campo sportivo di Ponte a Egola, quando un mezzo lo ha urtato e trascinato per alcuni metri senza fermarsi. 
Poi è fuggito a grande velocità.
A causa del violento impatto il ciclista ha riportato gravi traumi ed è stato trovato dai soccorritori in condizioni disperate. 
Il suo cuore non batteva più e per più di quaranta minuti i sanitari hanno provato a rianimarlo.
I numerosi tentativi sono stati purtroppo tutti inutili, per i medici non c'è stato altro da fare che dichiarare il decesso. 

Trascinato e ucciso da auto pirata: dolore e rabbia per Raghi 'rapper di Dio'
Le forze dell'ordine hanno avviato le indagini per risalire al pirata della strada che ha investito il ragazzo e che molto probabnilmente guidava in stato d'ebbrezza osotto effetto di stupefacenti.
Nato in Bosnia nel 1986, Raghi Cioni era stato adottato molti anni fa, insieme alla sorella e al fratello da una famiglia italiana.
La notizia della sua morte ha sconvolto tutti a San Miniato e Ponte a Egola dove Raghi era molto attivo nel campo dell'associazionismo.
"Era un rapper assetato di Dio " lo definisce don Francesco Ricciarelli, parroco della Valdegola come riporta La Nazione.
 "Lo incontrai anni fa in un gruppo giovanile – scrive don Francesco – Era un ragazzo sensibile e intelligente, con una vita a tratti difficile ma animato da una sincera ricerca spirituale. Per anni poi l’ho perso di vista. Appassionato di rap, ha collaborato col progetto musicale di don Udoji e con lui stava portando avanti l’idea di un nuovo disco. Era forte. Ricordo quando col clarinetto suonò a memoria per me un pezzo di Stravinsky. Ciao Raghi, il Signore ti accolga nella sua Pace".

caricamento in corso...
caricamento in corso...