Referendum Venezuela: 7 milioni di no per cacciare Maduro

17 luglio 2017 ore 14:59, intelligo

Ha raccolto 7 milioni di “no” il referendum non ufficiale contro il presidente venezuelano Nicola Maduro.

Referendum Venezuela: 7 milioni di no per cacciare Maduro
PLEBISCITO - Organizzato dall’opposizione contro il piano del leader del Venezuela che vuole istituire una nuova assemblea con il compito di riscrivere la Costituzione e di fatto dare più poteri alla presidenza, il 98% dei partecipanti si è espresso negativamente lanciando un messaggio forte contro Maduro, accusato di limitare la democrazia e di non essere stato in grado di risolvere i gravi problemi economici del Venezuela.

Il referendum era composto da tre quesiti: uno per approvare o respingere la nuova assemblea costituente, un altro per chiedere elezioni anticipate prima della naturale scadenza del mandato di Maduro nel 2019 e un altro ancora per invitare l’esercito a tutelare la Costituzione.

I NUMERI - Secondo il rettore dell’Università Centrale del Venezuela, Cecilia García Arocha, tra gli organizzatori del referendum, circa 6,5 milioni di persone hanno votato nel paese e quasi 700 mila negli altri seggi allestiti in giro per il mondo per i venezuelani all’estero. Un dato molto significativo visto che sono 19,5 milioni le persone aventi diritto di voto e nel 2015 le opposizioni avevano raccolto circa 7,7 milioni di voti, numero che si è sostanzialmente confermato nella consultazione informale di domenica.

"Oggi, 16 luglio ha vinto la dignità e la tirannia ha perso", ha dichiarato il leader dell'opposizione Maria Corina Machado. "Abbiamo un mandato indiscutibile per creare un nuovo Venezuela a partire da domani". L’esultanza per il successo referendario è stata però in parte stemperata dalla notizia della morte di una donna, Xiomara Soledad Scott, infermiera di 60 anni uccisa da uomini armati mentre era in coda per votare nella capitale.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...