Per tre ore Frecciarossa in galleria guasto - VIDEO passeggeri in tunnel

17 luglio 2017 ore 16:02, Luca Lippi
Nella tratta ad alta velocità Firenze-Milano, un Frecciarossa è rimasto bloccato per tre ore in una galleria del Mugello. La causa del guasto del convoglio non è ancora stata comunicata, tuttavia la gravità della situazione ha costretto i tecnici di Fs a ordinare il traino dell’intero convoglio fino alla stazione di Firenze.
Secondo alcune testimonianze, durante la permanenza nella galleria, parte dei passeggeri era scesa dal treno e si era posizionata su marciapiedi e "isole" di emergenza in attesa dei soccorsi. Tra alcuni viaggiatori ci sarebbero stati momenti di apprensione, anche per i disagi del caldo oltre al dover trascorrere ore nel tunnel.
uno dei passeggeri in particolare, ha avuto un malore, situazione che ha destato qualche preoccupazione tanto da richiedere se tra i passeggeri ci fosse un medico. Nella galleria, a causa del convoglio fermo, i treni in transito sull'altro binario hanno registrato forti rallentamenti.
Per tre ore Frecciarossa in galleria guasto - VIDEO passeggeri in tunnel
I viaggiatori a bordo del convoglio, il Salerno-Milano 9514, una volta scesi dal terno guasto alla stazione di Santa Maria Novella, sono stati subito confortati con acqua e generi di prima necessità prima di essere trasferiti su un altro Frecciarossa. Tutti avranno il rimborso integrale del biglietto, assicura Fs.
Deve essere stata una vera odissea per i passeggeri a bordo del Frecciarossa, il treno, ripartito da Firenze Santa Maria Novella poco dopo le 10 si è guastato, fortunatamente il treno aveva lasciato la stazione di Firenze solo da dieci minuti. Tuttavia non prima delle 13.15 il Frecciarossa è stato agganciato da un locomotore e trainato, a velocità ridotta, fino allo scalo del capoluogo toscano.
Dalle testimonianze dal Corriere della Sera, le carrozze erano al buio con le sole luci di emergenza. Fortunatamente i cellulari funzionavano. Dopo qualche tempo alcuni passeggeri hanno cominciato a sentirsi male. Chi per asma, chi per claustrofobia. L’aria condizionata, probabilmente per motivi legati al guasto, non funzionava. 


autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...