Stop allo smartphone a tavola: a rischio peso e umore

17 settembre 2015, Marta Moriconi
Stop allo smartphone a tavola: a rischio peso e umore
A Expo si parla di internet e cibo e si scopre che i disturbi all'alimentazione sono legati alla dipendenza da Internet.

Portare il mobile a tavola non solo è una cattiva abitudine ma porta con sè l'obesità e difficoltà di tipo relazionale e interpersonale.  

I rischi di mangiare col dispositivi mobili in mano è serio, e lo smartphone è il più pericoloso.

Guido Orsi, dell'Ordine degli Psicologi del Lazio, in un incontro organizzato dal Ministero della Salute al Vivaio Scuole di Palazzo Italia, a Expo, ha commentato: "Secondo studi recenti l'utilizzo a tavola di smartphone sta condizionando il modo in cui mangiamo generando cattive abitudini alimentari e compromettendo la comunicazione con i genitori".  A questo punto parte il consiglio dell'adulto in questo caso anche professionista: "Bisognerebbe far seguire a mezz'ora sui social network almeno due ore di studio, sport o uscite con gli amici. Può sembrare difficile, ma è essenziale per il benessere psicofisico, per un buon rendimento scolastico e per le relazioni sociali". 

Genitori avvertiti, mezzi salvati.  Quanto ai rischi, eccoli uno per uno elencati. 

In tutto sono tre: "Il primo è nutritivo perché ci alimentiamo in maniera inconsapevole, favorendo in questo modo l'obesità o altri problemi come cattiva digestione o gonfiore; il secondo è di tipo sociale, perché ci isoliamo quando invece il pasto dovrebbe essere un momento di dialogo, di relazione e condivisione; l'ultimo, infine, è di tipo uno comportamentale, perché aumentiamo le probabilità di diventare dipendenti da Internet". 

caricamento in corso...
caricamento in corso...