iPhone SE: passato e futuro di Apple. Un'anticipazione del 7? Le news

18 aprile 2016 ore 12:21, Micaela Del Monte
Un salto nel passato per dare il benvenuto al futuro. Questo è in sostanza l'iPhone SE che, arrivato sugli scaffali degli Apple Store lo scorso marzo, aprirà le porte a quello che sarà presumibilmente l'iPhone 7, in uscita (pare) a settembre.
Retrò nello stile (schermo 4 pollici e struttura massiccia) e futuristico nel software (pari infatti a quello dei 6s).

C'è infatti un ritorno al design lineare e classico, voluto già da Steve Jobs. In netta contrapposizione con le linee pulite e moderne del 6 e del 6S. Gli smussi in alluminio sono ora più opachi, anziché lucidi. Troviamo poi ancora un singolo speaker, ma di qualità molto discreta e un volume accettabile anche in ambienti aperti. Il sensore di impronte digitali nel tasto Home è lo stesso dei vecchi iPhone 5S, probabilmente per ragioni di spazio. Ciò significa che il riconoscimento non è così fulmineo come su iPhone 6, ma è abbastanza istantaneo. La fotocamera frontale è la stessa da 1,2MP del 5S, quindi non aspettatevi selfie ad alta risoluzione. Non c’è il Touch 3D. A parte il display di inferiore risoluzione (640p), la struttura interna di iPhone SE è molto molto simile a quella conosciuta in iPhone 6S. Un chipset A9 e 2GB di RAM rendono il SE assolutamente performante.

iPhone SE: passato e futuro di Apple. Un'anticipazione del 7? Le news
Tra le novità di questa settimana però c'è anche dell'altro e, come detto, si tratta del futuro dei melafonini: sono sempre più insistenti infatti le voci relative all'iPhone 7, rispetto a cui le ultime notizie riferiscono di un doppio sensore nella fotocamera posteriore. Non solo però, perché nonostante sue caratteristiche per il momento vige il mistero più assoluto, negli ultimi giorni stanno facendo sul web molto rumore alcune voci provenienti da una fonte piuttosto attendibile come quella rappresentata dall'analista giapponese Mac Otakara. Questi afferma che il nuovo device della mela morsicata farà a meno del jack audio da 3,5 mm, che a quanto pare sarà sostituito da una connessione di tipo Lightning.

Negli scorsi giorni si era anche diffusa l'indiscrezione secondo cui il nuovo Apple iPhone 7 si caratterizzerà per avere uno spessore di 6,1 mm al pari di iPod Touch. In realtà da questo punto di vista Mac Otakara non pare molto convinto, ritenendo che il nuovo iPhone avrà più o meno lo stesso spessore del suo predecessore. Su questo punto dunque il noto analista giapponese va in contro tendenza con quelle che sono le voci che circolano con insistenza già da qualche mese sul nuovo device della casa di Cupertino. 

Come ogni altra volta insomma non ci resta che aspettare per avere notizie più concrete...
caricamento in corso...
caricamento in corso...