Lotta all'Aids, a Milano torna Convivio ma la campagna choc è cambiata

18 aprile 2016 ore 19:26, Andrea Barcariol
Torna la tredicesima edizione di Convivio, dall'8 al 12 giugno, a Milano. Cinque giorni di shopping solidale a favore della ricerca e con l'obiettivo di contrastare l'Aids per la più importante Mostra Mercato di beneficenza organizzata in Italia a favore di ANLAIDS Lombardia (Associazione Nazionale per la Lotta contro l’AIDS). Location la FieraMilanoCity Padiglione 0, Ingresso Gate 3, dove sarà possibile acquistare le esclusive creazioni donate dalle maison più prestigiose, che per l’occasione saranno vendute a metà prezzo. Tante le novità per l’edizione di Convivio 2016, che come ogni due anni trae beneficio dalle griffe più prestigiose che sostengono la ricerca di Anlaids donando i pezzi più speciali delle proprie collezioni che vengono poi venduti al pubblico a metà prezzo. Grazie a una rinnovata struttura – frutto di un progetto realizzato ad hoc – gli spazi di Convivio 2016 accoglieranno ancora più sezioni: oltre a quelle dedicate all’intrigante area vintage, alla moda kids e al tanto atteso appuntamento con l’arte (artisti, collezionisti, gallerie d’arte e fondazioni dimostrano sempre grande generosità con la donazione di importanti pezzi) per la prima volta sarà presente anche un ampio spazio riservato all'arredo e al design.

Lotta all'Aids, a Milano torna Convivio ma la campagna choc è cambiata
Dopo il clamore suscitato sui social network e la netta presa di posizione di Donatella Versace, che si era dissociata dalla campagna, il claim di Convivio è cambiato: all'affermazione 'L'Aids è di moda' è stato infatti aggiunto un punto di domanda. Testimonial della campagna Franca Sozzani, direttore di Vogue Italia. Un messaggio choc per ricordare che in Italia ogni anno 120.000 persone vengono infettate, ogni giorno 11 persone contagiate. Non solo. La mancanza di informazione sull'argomento genera la convinzione che questa epidemia in Occidente sia stata debellata e che il problema riguardi solo i Paesi poveri. In realtà però non è così e anche se il fenomeno negli ultimi venti anni si è attenuato, rimangono in tanti ancora oggi a morire di Aids (complessivamente sono stati oltre 40mila in Italia).
   



caricamento in corso...
caricamento in corso...