I terremoti sono in aumento? Dati e verità

18 gennaio 2017 ore 15:35, intelligo
I terremoti sono in aumento? Dati e verità
L'aumento dei terremoti è impressionante. Secondo il web nel XVII secolo furono registrati almeno 378 terremoti, nel XVIII secolo 640, nel XIX secolo 2119 terremoti. Oggi tra alluvioni, tifoni, uragani la convinzione della gente è che le catastrofi siano aumentate e ovviamente anche i terremoti.  
Sebbene possa sembrare che ultimamente nel mondo si verifichino più terremoti, uno dei principali centri sismologici internazionali, il National Earthquake Information Center (NEIC) del servizio geologico degli Stati Uniti (USGS), fa sapere che il numero di terremoti di magnitudo 7.0 o maggiori è rimasto quasi costante durante tutto questo secolo. Addirittura, i dati sembrano mostrare una lieve diminuzione negli ultimi anni. Allora perchè ci viene continuamente chiesto se ci sia stato un incremento della sismicità mondiale? Una spiegazione può essere quella che con l'aumento di stazioni sismiche si è in grado di registrare più terremoti. Il miglioramento nelle comunicazioni inoltre permette di trasmettere più velocemente i dati. Nel 1931, c'erano all'incirca 350 stazioni. Oggi ben 4000 in tutto il mondo. Va tenuto conto inoltre dell'enorme incremento di mezzi di comunicazione e di informazione. Oggi la popolazione è più informata sui terremoti di quanto lo fosse in passato. In Italia l'espansione della Rete Sismica Nazionale Centralizzata ha consentito nel corso degli anni di migliorare l'accuratezza delle localizzazioni dei terremoti e di aumentare il numero dei terremoti registrati.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...