L'erede di Sordi compie 65 anni, anche Carlo Verdone è l'ottavo re di Roma?

18 novembre 2015 ore 15:23, intelligo
L'erede di Sordi compie 65 anni, anche Carlo Verdone è l'ottavo re di Roma?
Se dovessimo descriverli in poche parole gli aggettivi da utilizzare sarebbero pressoché gli stessi: romano, romanista, attore e regista. Ma anche soprattutto amici ed emblema della romanità e del cinema italiano.

In comune Alberto Sordi e Carlo Verdone hanno molto e non è un caso che il secondo venga proprio considerato l'erede del primo. E non è neanche un caso che Verdone si sia preso la responsabilità di portare alla luce il museo che sorgerà proprio in Villa Sordi, lì dove l'attore ha vissuto tutta la sua vita.

Entrambi figli d'arte, il padre di Sordi era professore di musica e strumentista, titolare della tuba contrabbassa, dell'orchestra del Teatro dell'Opera di Roma, mentre la madre era insegnante elementare. Verdone invece è figlio di un docente in storia del cinema all'Università di Roma "La Sapienza". Non solo, Sordi è diventato famoso sopratutto per la sua interpretazione di personaggi che raffiguravano perlopiù l'archetipo dell'italiano e del romano medio, stessa impronta, o quasi, che Verdone ha dato dato alle sue interpretazioni.

Non è di certo un caso quindi che i due furono profondamente legati e che vengano ancora oggi, a distanza di anni dalla morte di Sordi, accomunati nelle loro caratteristiche di recitazione e non solo. Motivo questo che spinse Sordi e Verdone a girare due pellicole insieme, entrambe da loro sceneggiate con Rodolfo Sonego: In viaggio con papà, per la regia dello stesso Sordi, e Troppo forte diretto da Verdone stesso.

Insomma, i 65 anni compiuti ieri da Verdone non fanno altro che avvicinarlo ancora di più al suo beniamino, in un parallelismo che li accomuna sempre più anche nella carriera e nella loro passione per la loro città d'origine e i colori giallorossi. Due simboli di Roma, amati da Roma e da tutto il Paese per la loro capacità di rappresentare la nostra natura senza però farne una caricatura. Ed è proprio per questo motivo che Sordi è sempre stato considerato l'ottavo re di Roma, non sarà ora per Verdone di prendere anche questa sua eredità?

Eccoli insieme  in una scena di "In viaggio con Papà" del 1982.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...