Manovra, bonus cultura ai giovani è strutturale: che significa

18 ottobre 2017 ore 16:19, Luca Lippi
Stabilizzato il Bonus cultura ai 18enni. Tradotto significa che il bonus da 500 euro destinato ai studenti, all’esordio lo scorso anno, con la Legge di Bilancio 2018 diventa ‘strutturale’. Questo è quanto previsto nella bozza della manovra nelle mani dell’Ansa. Nel testo si precisa che la card da 500 euro vale anche “per i soggetti che compiono 18 anni di età nell'anno 2018 e negli anni successivi”. Così come previsto lo scorso anno, la card precaricata di 500 € potrà essere utilizzata per il cinema, i concerti, gli eventi culturali, acquisto libri, accesso ai musei, ma anche per l'acquisto di corsi di musica, di teatro o di una lingua straniera.
Manovra, bonus cultura ai giovani è strutturale: che significa

IL BONUS DELL’ERA RENZI
Quella del bonus giovani è stata una formula, quella varata dal governo Renzi, che è piaciuta ai giovani, anche se in molti non ne hanno usufruito, forse perché non a conoscenza del provvedimento o per evitare la trafila burocratica (in realtà molto semplice). Analizzando le statistiche, infatti, emerge che solo il 61% del primo giro, la classe '98, l'ha richiesto (poco più di 351 mila ragazzi) e sono avanzati 114 milioni su 290 milioni stanziati. Molti attendevano il decreto sul bonus gemello per quelli del '99, così da puntare sulla musica, dallo streaming agli album digitali, ma quando è arrivato il decreto la brutta sorpresa: nel bonus non sono compresi i cd. Altra richiesta fuori portato sono lettori di ebook, iPad, computer. Dovranno ripiegare su libri e cinema, le scelte più gradite (77% e 18%)

COME RICHIEDERE IL BONUS
Per richiedere il bonus di 500 euro destinato ai 18enni è necessario richiedere l’identità Spid che permetterà al neo maggiorenne di accedere ai servizi della pubblica amministrazione. Ottenuto lo SPID sarà possibile, quindi, o scaricare l’app 18app o visitare il sito www.18app.italia.it accedendo con le proprie credenziali Spid. All’interno del sito o dell’app in questione sarà, quindi, possibile generare i buoni per acquistare quello che interessa sia nei negozi fisici che in quelli online. L’elenco dei negozi in cui è possibile effettuare acquisti è  fornito dal Ministero e può essere consultato al seguente indirizzo: https://www.18app.italia.it/BeneficiarioWeb/#/dove.

INCIDENTI ACCADUTI
In realtà si è verificato più di qualche incidente a seguito dell’emissione del Bonus giovani nell’anno scorso. A parte i grandi centri abitati, spesso è stato difficoltoso utilizzare il bonus per moltissimi giovani, ma non lo è stato per qualche furbetto. La difficoltà a spendere i soldi governativi ha messo in moto l’ingegno dei ragazzi che hanno alimentato un mercato nero dei coupon sui social network. In sostanza si è verificato il fenomeno di svendere a metà prezzo i voucher per avere soldi. In realtà però, lo scarso interesse per il bonus giovani dello scorso anno è dovuto al fatto che, probabilmente, per molti è stata complicata la procedura di creare un identificativo Spid. Se non fosse stata questa la motivazione, tutti avrebbero colto l’opportunità per partecipare al mercato dei voucher. In ogni caso, i giovani non leggevano e non andavano al cinema prima del bonus, hanno semplicemente continuato a non farlo, e quindi il bonus non ha catturato l’interesse di tutti.

#Confermato #Bonus #Giovani #Manovra

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...