Ogni anno più caldo, il 2016 già fa paura: sarà da record

19 dicembre 2015 ore 20:30, Americo Mascarucci
Ogni anno più caldo, il 2016 già fa paura: sarà da record
Brutte notizie, anzi bruttissime per la salute del pianeta. 
L’anno che verrà, il 2016, sarà ancora più caldo di quello che sta per finire, con tutte le negative conseguenze che ne deriveranno. L’andamento delle temperature ad ogni modo negli ultimi anni è in costante aumento, quindi si tratta di un processo che tutto sommato segue la tradizionale tendenza.  Il problema sta però nel fatto che ogni anno segna un record rispetto a quello precedente. Le previsioni del Met Office, il servizio meteorologico nazionale inglese ci dicono che il 2015 è stato l’anno più caldo rispetto ai precedenti a causa della congiunzione fra il processo di surriscaldamento globale e il fenomeno climatico chiamato  El Nino dell’Oceano Pacifico che quest’anno è stato particolarmente intenso.  
Il problema è che la congiunzione secondo gli esperti continuerà anche nel 2016 rendendo quindi l’anno in arrivo ancora più caldo di quello che se ne sta andando. Le temperature dovrebbero aumentare di una quantità che va dai 0,72 ai 0,96 gradi centigradi rispetto alla media. In particolare dovrebbe esserci un incremento di 0,84 gradi oltre la media del periodo che va dal 1961 al 1990 e di 1,1 gradi oltre la media tra il 1850 e il 1899.
Naturalmente queste previsioni cadono come un macigno sui progetti di riequilibrio del clima che da anni gli stati stanno cercando di mettere in atto per cercare di limitare al massimo gli effetti devastanti del surriscaldamento globale: lo scioglimento dei ghiacciai, l’innalzamento del livello degli oceani, la riduzione di diverse specie animali che non trovano più le condizioni climatiche idonee per sopravvivere, i cataclismi, le inondazioni, la siccità diffusa. 
Nell’ultima conferenza mondiale sul clima, la Cop21 di Parigi si sono registrati positivi segnali per ciò che concerne la riduzione delle emissioni di Co2 in atmosfera, dopo che anche la Cina, uno dei Paesi più inquinanti al mondo, ha deciso di attuare le necessarie misure rivolte a contenere e ridurre al massimno le emissioni in aria. Tuttavia questi progressi, timidi per quanto significativi, rischiano ora di essere vanificati da queste previsioni relative al clima nel 2016 che sembrano non lasciare molto scampo a nuovi, inevitabili e pesanti impatti sullo stato di salute del pianeta. Come impedire tutto questo? Quelle che fino alla scorsa settimana sembravano le soluzioni migliore, ora, alla luce di questi nuovi allarmanti dati, potrebbero non esserlo più

caricamento in corso...
caricamento in corso...