Terremoto "sotto la neve" nel Centro Italia, la tragedia fa paura e una vittima

19 gennaio 2017 ore 15:42, intelligo
Terremoto sotto la neve intensa, una tragedia nella tragedia che in queste ore sta mettendo ko il Centro Italia. Nel teramano un uomo è morto sotto un edificio crollato, mentre un altro che risultava disperso è stato trovato e messo in sicurezza. 
Terremoto 'sotto la neve' nel Centro Italia, la tragedia fa paura e una vittima
Una slavina nel versante pescarese del Monte Bianco ha ucciso e fatto feriti. Attualmente risulta ancora dispersa una famiglia di Osimo. Ma se il tempo sembra leggermente migliorare, dopo le quattro scosse di magnitudo superiore a 5 registrate ieri, dalla mezzanotte ne sono state registrate oltre 80 (considerando solo quelle di magnitudo non inferiore a 2), tra cui 2 di magnitudo 3.5. A causa del maltempo risultano disalimentate 98 mila utenze elettriche in Abruzzo e 14 mila nelle Marche.
La Protezione Civile ha diramato un comunicato stampa in cui spiega che ''la vasta area di bassa pressione presente sul bacino del Mediterraneo, alimentata da aria fredda di origine artica, continua a determinare condizioni di maltempo sulla nostra Penisola, con diffuse precipitazioni che domani persisteranno in modo particolare sui settori del medio Adriatico, con nevicate fino a quote collinari. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso nella giornata di ieri (17 Gennaio ndr) che prevedeva venti forti e nevicate al centro-sud e sulla Sardegna. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it). L’avviso – si legge – prevede dalla serata di oggi (ieri ndr), mercoledì 18 gennaio, il persistere di precipitazioni da sparse a diffuse su Abruzzo e Molise, con nevicate al di sopra dei 200-500 metri. Sulla base dei fenomeni previsti, è stata valutata per domani (oggi 19 Gennaio ndr) criticità arancione sui bacini orientali dell’Abruzzo e sul Bacino del Fortore in Puglia, criticità gialla invece su Sardegna occidentale, Sicilia sud-orientale, sul resto della Puglia, Abruzzo occidentale, Marche e sui bacini del Molise. Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate – conclude la nota – sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione''. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...