Vaccinazioni, dalle radiazioni "estreme" della Lorenzin al Piano di domani

19 ottobre 2015, Marta Moriconi
Vaccinazioni, dalle radiazioni 'estreme' della Lorenzin al Piano di domani
Il ministro della salute, Beatrice Lorenzin, non ha dubbi: vaccinate i vostri bambini. E su questo non c'è discussione. 

Ora, non è che la delicata vicenda delle vaccinazioni obbligatorie si possa risolvere con gli ordini, ma Sergio Venturi, assessore della regione Emilia Romagna e coordinatore nazionale alla Sanità, ha spiegato che non è che si vieta “l’accesso alla scuola pubblica", ma ci si pone "il tema che la frequenza della scuola sia coerente alle vaccinazioni obbligatorie”. 

Quanto alle radiazioni da parte dei medici di base che sconsigliano i vaccini proprio Beatrice Lorenzin ha spiegato meglio l'eventuale risposta: “Le possibili radiazioni dei medici potrebbero avvenire solo in casi estremi” e in qualunque caso questo il provvedimento dovrebbe essere concordato con l’Ordine dei medici.

Ecco quanto sta sul tavolo domani, quando si discuterà il piano sulle vaccinazioni durante la già convocata conferenza delle Regioni prima e poi all'esame della Conferenza Stato-Regioni, tutto questo mentre Renzi procede alla riforma del Senato, quindi a cambiare però sempre l'assetto dello Stato (e anche delle Regioni). 
E chi glielo dice ai "no-vaccino" che il "Piano nazionale di prevenzione vaccinale" costerà 200 milioni in più rispetto al passato per la introduzione di nuove vaccinazioni? 

La titolare del dicastero ha dunque una bomba da disinnescare in mano in un momento storico istituzionale di cambiamenti, tanto più che l'Italia è stata redarguita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità perché intervenga al più presto per sensibilizzare alla vaccinazione quel 33% delle famiglie italiane che vi ha rinunciato.

caricamento in corso...
caricamento in corso...