Operaio travolto e ucciso sull' A12: legge sugli appalti sott'accusa

19 ottobre 2016 ore 16:06, Americo Mascarucci
Ancora una tragedia sul posto di lavoro, un'altra "morte bianca", un'altra vita spezzata nell'adempimento del proprio dovere.
Aveva 60 anni l’operaio che ieri è stato travolto e ucciso sull’autostrada tra Sestri Levante e Deiva Marina e che lavorava in uno dei tanti cantieri sulla tratta ligure. 
Dalle prime indagini effettuate dagli inquirenti, un uomo di 39 anni alla guida di un'autovettura non si sarebbe accorto del cambio di carreggiata e avrebbe proseguito diritto investendo e travolgendo il 60enne che stava lavorando sulla carreggiata.
L'uomo è stato sbalzato ad oltre 40 metri di distanza. 

Operaio travolto e ucciso sull' A12: legge sugli appalti sott'accusa
Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, che hanno tentato inutilmente di rianimarlo e la polizia stradale, che sta cercando di ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente.  
Il 39enne è stato sottoposto all'alcoltest e sarebbe risultato positivo.
Per questo motivo rischierebbe di andare in carcere con l'accusa di omicidio stradale pur essendosi fermato per soccorrere l'uomo.
La situazione del lavoro edile sulle autostrade pare si sia ulteriormente complicata in questo ultimo anno con l’entrata in vigore della nuova legge sugli appalti.
Le imprese infatti, denunciano i sindacati, cercherebbero di scaricare i costi del lavoro con liberalizzazioni sempre più aggressive.
Su questi temi gli edili del settore autostradale oggi sono in sciopero per denunciare come questa politica metta sempre più a rischio l'incolumità dei lavoratori.
caricamento in corso...
caricamento in corso...