Invisibili come Harry Potter? Oggi si può grazie alla pelle hi-tech

19 settembre 2015, Americo Mascarucci
Invisibili come Harry Potter? Oggi si può grazie alla pelle hi-tech
Un mantello che fa sparire gli oggetti, è l’ultima invenzione realizzata dal gruppo di ricerca coordinato da Xiang Zhang, dell'università della California a Berkeley, del Lawrence Berkeley National Laboratory e della università saudita King Abdulaziz. 

L’esperimento in questo caso può dirsi letteralmente riuscito; un oggetto tridimensionale è infatti scomparso, dopo essere stato avvolto da un mantello dell'invisibilità composto da una pelle 'hi-tech' che ha aderito perfettamente sulla superficie dell'oggetto: una pelle molto sottile fatta di un materiale che respinge la luce

La pelle dell'invisibilita è formata da minuscole antenne d'oro messe una accanto all'altra e ha lo spessore di appena 80 miliardesimi di metro (nanometri). Avvolta intorno all'oggetto tridimensionale, grazie alle sue minuscole antenne che respingono la luce, ha reso per la prima volta completamente invisibile un oggetto tridimensionale. 

Per ora questo mantello di nuova generazione è piccolissimo e ha nascosto un oggetto della dimensione di appena due cellule, ma è il primo materiale di questo tipo a funzionare nella luce visibile ed i ricercatori puntano adesso ad aumentarne le dimensioni. 

Insomma, altro che Harry Potter, la realtà in questo caso rischia di superare la fantasia. Ora c’è soltanto da superare le cause che fino ad oggi hanno reso la possibilità di “far sparire” gli oggetti molto limitata a causa delle dimensioni ristrette del mantello, oppure la capacità di funzionare soltanto a determinate lunghezze d’onda. 

L’unico che al momento è riuscito a realizzare un mantello dalle capacità maggiori è stato lo studioso Andrea Alù dell’Università del Texas che ha creato un vero e proprio mantello sottile e flessibile in grado di nascondere gli oggetti alle microonde. 

Ora si punta ad andare oltre e ci sono tutti i presupposti perché ciò avvenga.
caricamento in corso...
caricamento in corso...