Perugia, in profilassi famiglia e contatti della bimba con meningite grave

02 agosto 2017 ore 12:36, Micaela Del Monte
Una bambina di 8 anni è ricoverata da domenica nella struttura complessa di Pediatria del Santa Maria della Misericordia di Perugia per una forma severa di meningite. La bambina, che con la famiglia vive a Perugia, è arrivata con la madre sulla costa il 24 luglio. Le due, fino al pomeriggio di domenica 30 luglio sono state ospiti per una vacanza nell’appartamento di una famiglia della località di mare in provincia di Livorno. 

Perugia, in profilassi famiglia e contatti della bimba con meningite grave
Le due sono ripartite per l’Umbria e domenica sera la piccola ha cominciato ad avvertire febbre e malessere generalizzato. I genitori l’hanno portata all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, dove è stata ricoverata per una sospetta meningite. Ieri, con l’analisi del liquor spinale, è arrivata la certezza che la bimba è affetta da meningite da meningococco. Ieri era ancora da accertare la tipizzazione del batterio.

Fatto sta che l’Usl 1 dell’Umbria ha avviato le procedure per sottoporre a profilassi il padre, la madre e il nonno paterno della bimba che erano stati a contatto con lei nel giorno prima del ricovero. Chiaro che, visto che la vacanza della bambina sulla costa risale a pochi giorni fa, è stata avvisata anche l’Asl Toscana nord-ovest. "Nel primo pomeriggio di oggi (ieri, ndr) - si legge in una nota dell’Asl - è arrivata al Dipartimento di prevenzione dell’Asl Toscana nord-ovest una segnalazione relativa alla presenza, avvenuta nei giorni scorsi, di una bambina di 8 anni ricoverata all’ospedale di Perugia con diagnosi di sospetta meningite. Questa permanenza ha fatto scattare la proposta, successivamente accettata, di profilassi anti-meningococco nei confronti della famiglia ospitante (due adulti e due minori)". In considerazione degli scarsi contatti fatti registrare dalla bambina, "che lo ricordiamo - termina la nota dell’Asl Toscana nord-ovest - devono essere prolungati e ravvicinati per essere a rischio, non sono state ritenute necessarie altre proposte di profilassi".
caricamento in corso...
caricamento in corso...