Il Governo "spegne" le sigarette: no in alcune aree "all'aperto" e niente promozioni

02 febbraio 2016 ore 14:13, intelligo
Uno studio dell'ENEA, rivela che accendere una sigaretta significa immettere in ambiente più di 4000 sostanze chimiche ad azione irritante, nociva, tossica, mutagena e cancerogena. Questo studio stabilisce che le cicche contengono moltissimi inquinanti: nicotina, benzene, gas tossici quali ammoniaca e acido cianidrico, composti radioattivi come polonio-210, e acetato di cellulosa, la materia plastica di cui è costituito il filtro.
Sarà anche per questo che il Governo ha introdotto pesanti sanzioni contro quanti getteranno i mozziconi di sigarette a terra. Con 169 sì e 32 no la Camera ha dato il via libera definitivo al così detto 'Collegato ambientale'. Sanzioni fino a 300 euro per chi getta mozziconi o chewing gum per strada.
La legge parla chiaro: "E' vietato l'abbandono di mozziconi dei prodotti da fumo sul suolo, nelle acque e negli scarichi così come è vietato gettare rifiuti di piccolissime dimensioni, come scontrini, fazzoletti di carta e gomme da masticare, che non potranno più essere abbandonati sul suolo, nelle acque, nelle caditoie e negli scarichi". 
Entrano così in vigore le nuove norme previste dal decreto legislativo tabacchi che recepisce la direttiva 2014/40/UE del Parlamento europeo sul tabacco e introduce norme più severe per gli amanti delle ‘bionde’. L’obiettivo è quello di limitare le gravi conseguenze del fumo sulla salute, che oggi uccide sei milioni di persone nel mondo e quasi centomila in Italia.
Ma cosa contengono le nuove norme?
Innanzitutto una forte azione di sensibilizzazione con l'introduzione sul pacchetto di messaggi volti a dissuadere i consumatori. I quali nel momento in cui andranno ad acquistare il pacchetto troveranno fotografie ed immagini molto forti del tipo: "Il fumo causa ictus e disabilità", oppure "ostruisce le arterie"  o ancora "provoca attacchi cardiaci" Inoltre le nuove norme contro il fumo introducono il divieto di fumare nelle auto, in sosta o in movimento, in presenza di minori e di donne in stato di gravidanza. Ma sarà proibito fumare anche in alcune aree all’aperto. Inoltre i tabaccai non potranno vendere pacchetti da 10 e saranno puniti severamente nel caso in cui saranno beccati a vendere sigarette ai minori. Le sanzioni previste salgono da 500 a 3000 euro con il rischio anche della sospensione dell'attività per 15 giorni. 
Inoltre, sulle confezioni sono vietati tutti gli elementi promozionali ed è "vietata la pubblicità di liquidi o ricariche per sigarette elettroniche contenenti nicotina che sia trasmessa all'interno di programmi rivolti ai minori e nei quindici minuti precedenti e successivi alla trasmissione degli stessi in televisione nella fascia oraria dalle 16 alle 19".
Insomma una stretta senza precedenti. Sarà davvero efficace?

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...