Destro o sinistro: pressione arteriosa è questione di ''braccio''. E orari

02 maggio 2017 ore 20:54, Stefano Ursi
Non è mistero, ormai, che in moltissimi misurano la pressione arteriosa a casa, tramite strumenti idonei senza recarsi in farmacia o presso gli ospedali. Ma qual'è la modalità migliore e più corretta di misurazione della pressione? Lo spiega ad AdnKronos Salute il professor Roberto Meazza, responsabile del modulo del Day Service dell'ipertensione arteriosa al Policlinico di Milano, il quale indica alcuni consigli da seguire quando si effettua la misurazione della pressione. Innanzitutto il luogo, ovvero ''in un punto tranquillo della casa, senza l'influenza di altri familiari o il disturbo di animali. Meglio ancora se ci si sdraia sul divano, rilassati, con cuore e gambe alla stessa altezza. In ogni caso, non bisogna stare in piedi".

Destro o sinistro: pressione arteriosa è questione di ''braccio''. E orari
I consigli dell'esperto
Un capitolo importante quando si misura la pressione, spiega all'agenzia, è il numero delle rilevazioni: ''E' opportuno – dice – eseguire un paio di rilevazioni a distanza di qualche minuto, in genere la prima tende ad essere superiore alle successive. Per questo, se si effettuano 3 rilevazioni si consiglia di fare la media tra la seconda e la terza''. Sul quando effettuare la rilevazione, così il prof. Meazza indica l'orario o la fascia oraria corretta: ''L'orario migliore è tra le 18 e le 20, prima di cena. Tale rilevazione – spiega – corrisponde in linea di massima alla media dei valori di un'intera giornata", ovvero misurando in quella determinata fascia oraria si riesce ad avere un quadro complessivo dell'andamento della giornata. Un elemento che poi non va sottovalutato in ordine ad una corretta misurazione della pressione, con tutto ciò che ne consegue per la nostra salute, è il braccio sul quale essa si effettua: il destro o il sinistro?

Qualcuno potrebbe pensarlo indifferente, ma il prof. Meazza spiega che "gli apparecchi elettronici che sono a disposizione oggi - sottolinea l'esperto - sono destinati all'applicazione al braccio sinistro". I valori normali ''secondo le linee guida stilate dalla Società europea dell'ipertensione sono fra 85 e 135'' spiega il prof. Meazza ad AdnKronos Salute, dando al contempo alcune indicazioni su come comportarsi in caso di valori anomali: "Non si deve pensare all'ipertensione dopo il risultato di una singola misurazione'' e che quando ''si trovano costantemente valori al di sopra del limite, ci deve essere una continuità" e, spiega Meazza, "l'automisurazione si esegue quando c'è già stata una diagnosi da parte del medico e il paziente, quindi, svolge un'attività di controllo in una fase successiva". Dunque sempre prima il controllo del medico e poi l'autocontrollo. Il parere del medico, va sempre ricordato, è fondamentale.

#pressione #arteriosa #sistemica #misurazione #braccio
autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...