Chi è Francesca Immacolata Chaouqui, la Pr arrestata in Vaticano che ha scelto di collaborare

02 novembre 2015, Americo Mascarucci
Chi è Francesca Immacolata Chaouqui, la Pr arrestata in Vaticano che ha scelto di collaborare
Francesca Immacolata Chaouqui, la Pr arrestata in Vaticano con l'accusa di aver divulgato documenti riservati per l'uscita di due nuovi libri inchiesta sulla Santa Sede, ha raccontato direttamente la sua vita dopo il suo arrivo nei sacri palazzi, scelta da Bergoglio quale componente del COSEA, la Commissione chiamata a consigliare al Papa le buone pratiche per ottimizzare le risorse e combattere gli sprechi, riducendo gli apparati vaticani.

Una nomina che aveva fatto molto discutere e che aveva spinto la diretta interessata a difendersi in prima persona dall'accusa di essere scarsamente preparata e poco adatta a svolgere un incarico così prestigioso all'interno della Chiesa. 
Questa trentenne figlia di un egiziano emigrato in Italia, nel suo curriculum può vantare anche una presunta "raccomandazione" di Giulio Andreotti che l'avrebbe indirizzata, racconta lei, dopo la laurea in Giurisprudenza con una tesi sulla spettacolarizzazione dei processi e sul libero convincimento dei giudici, a fare pratica in un noto studio legale di Pavia.  Andreotti, stando al suo racconto lo avrebbe incontrato al Senato, e sarebbe rimasto molto colpito per la sua preparazione, 

La svolta avviene con il passaggio allo studio internazionale Orrick dove viene assunta con l'incarico di promuovere il marchio. Inizia così la sua carriera di Pr. 

L'iscrizione  alla Ferpi, la federazione dei professionisti delle relazioni pubbliche la porta in contatto con tutti i mega capi delle relazioni esterne delle grandi aziende consentendole di diventare amica di Gianluca Comin dell'Enel e Stefano Lucchini dell'Eni. 

"A 27 anni - racconta lei - sono quasi l'unica donna a essere presente a Cernobbio, al forum dello Studio Ambrosetti. La spettacolare terrazza dello studio Orrick in piazza della Croce rossa a Roma diventa sede di dibattiti, eventi, presentazioni di libri, sì anche quello di Gianluigi Nuzzi, di cui sono amica, l'autore di "Vaticano spa" e "Sua santità". Lo studio ha contatti anche con Vedrò, l'associazione di Enrico Letta- dove mi iscrivo. Anche lui partecipa a un incontro. Da noi passa il meglio del potere, Fabrizio Saccomanni, Vittorio Grilli, Giampiero Massolo, Franco Bassanini, il gotha del giornalismo italiano e straniero, tutti i grandi boss delle relazioni esterne"

Insomma i grandi nomi della politica, dell'economia e della finanza, uniti a quelli del giornalismo sarebbero passati attraverso la sua attività di Pr.

E l'arrivo in Vaticano?

E' sempre lei a spiegarlo: "Un giorno arriva la telefonata di monsignor Lucio Vallejo Balda (arrestato insieme a lei Ndr.) segretario della Prefettura per gli Affari economici, spagnolo e Opus Dei. Lo conoscevo, è il miglior economo che la Chiesa abbia mai avuto in tutto il mondo: Potresti essere candidata al comitato referente sui dicasteri economici della Santa Sede. Mandami il tuo curriculum». Succede così. E vengo nominata. Il cardinale Tarcisio Bertone, segretario di Stato, apprende della commissione e dei suoi componenti solo all'ufficializzazione del chirografo, l'atto con cui papa Francesco ci nomina. E' il pontefice che ha deciso da solo".

Fosse stato informato difficilmente Bertone avrebbe dato il suo via libera alla donna, soprattutto dopo alcuni twett velenosi che la stessa pare avesse scritto in precedenza su di lui.

Oggi l'epilogo con l'arresto e l'accusa di aver tradito la fiducia del Santo Padre. A differenza di Vallejo Balda, la Chaouqui ha accettato di collaborare con gli inquirenti vaticani e per questo motivo è stata rimessa in libertà.

caricamento in corso...
caricamento in corso...