Migranti: nell'Ue tutti contro tutti. Polonia e Ungheria: "Renzi minaccia"

20 febbraio 2016 ore 15:36, Adriano Scianca
Migranti: nell'Ue tutti contro tutti. Polonia e Ungheria: 'Renzi minaccia'
L'Ue ha scelto: il partner su cui fare affidamento per l'emergenza migranti è la Turchia, tant'è che a marzo, come hanno svelato Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo, e Angela Merkel, si terrà un nuovo vertice straordinario Ue-Turchia con la partecipazione di tutti i Ventotto e del premier turco, Ahmet Davutoglu. È uno dei risultati del del vertice Ue di Bruxelles. Solo confidando nei tirchi l'Unione europea spera di poter contenere i flussi. Nel vertice si è deciso anche di procedere con i "respingimenti alle frontiere esterne dei cittadini di Paesi terzi che non soddisfano le condizioni d'ingresso o che non hanno presentato domanda d'asilo sebbene ne abbiano avuto la possibilità". 

Intanto Austria e Ungheria proseguono con la politica di chiusura delle frontiere: Budapest chiuderà per trenta giorni i suoi tre passaggi di frontiera ferroviari con la Croazia, mentre Vienna ha iniziato la stretta sugli ingressi dei migranti, con tanto di quote massime giornaliere per i nuovi ingressi, che però Bruxelles ha  definito "illegale". Anche Berlino punta i piedi e minaccia reazioni contro i Paesi che “dovessero tentare di trasferire i problemi comuni unilateralmente e sulle spalle dei tedeschi lo troveremmo inaccettabile e sarebbe incassato da parte nostra alla lunga non senza conseguenze”. Anche Renzi ha invitato tutti i Paesi a farsi carico dei problemi comuni: “O siete solidali nel dare e nel prendere. Oppure smettiamo di essere solidali noi Paesi contributori. E poi vediamo”, avrebbe detto, scatenando l'ira di polacchi e ungheresi, secondo cui quello del premier italiano sarebbe un “ricatto”, secondo i primi, e una “minaccia”, per i secondi. “Con i Paesi dell'Est non c'è nessun ricatto. Ma la solidarietà è double face, non unidirezionale: bisogna prendere, ma anche dare”, ha replicato Renzi.
caricamento in corso...
caricamento in corso...