Carnevale "blindato" a Viareggio per terrorismo: blocchi anti-tir e altre misure

20 gennaio 2017 ore 14:27, Americo Mascarucci
Si avvicina il carnevale, il periodo più allegro e spensierato dell'anno, dove trionfano divertimento ed eccessi, e naturalmente in molte città si presenterà l'esigenza di garantire la sicurezza contro il pericolo terrorismo, resa ancora più problematica dal fatto che le persone si muoveranno mascherate e dunque non facilmente riconoscibili.
Sono molte le città italiane in cui è tradizione festeggiare il carnevale.
E' il caso ad esempio di Viareggio dove i rfesteggiamenti inizieranno il 5 febbraio per poi protrarsi fino al 28 febbraio. 
Qui ad esempio saranno predisposti blocchi in cemento per delimitare l'ingresso nelle aree adibite a festa, per evitare il rischio che Tir o altri mezzi pesanti possano farvi irruzione come avvenuto a Nizza o a Berlino.
Inoltre negli ingressi del circuito adibito alle sfilate dei carri allegorici saranno installate nuove recinzioni in metallo al posto di quelle in legno che poggeranno su blocchi di cemento armato antisfondamento.
Carnevale 'blindato' a Viareggio per terrorismo: blocchi anti-tir e altre misure

Ci saranno anche delle postazioni mobili con metal detector che a campione controlleranno gli spettatori. Controlli più rigidi e accurati anche sui biglietti per accedere alla sfilata dei carri allegorici sui viali a mare.
I carri allegorici dopo la giornata del 5 febbraio torneranno a sfilare sabato 18 febbraio alle ore 17 in edizione notturna. 
Si sa per certo che Donald Trump sarà il personaggio più gettonato e riprodotto sia sui carri che nelle mascherate.
Anche altre città come ad esempio Ivrea e Venezia rinomate per il loro carnevale si starebbero attrezzando in tal senso con l'intenzione soprattutto di prevenire e scongiurare temutissimi assalti di tir, visto che proprio questa sarebbe la modalità prediletta dai terroristi per colpire in occasione di grandi eventi. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...