Arriva il vaccino anti-colesterolo che ripulisce cuore e sangue

20 giugno 2017 ore 17:32, Americo Mascarucci
Sono in corso test clinici per verificare l'efficacia di un vaccino in grado di contrastare il colesterolo cattivo e quindi proteggere il cuore. Secondo quanto riferito sull'European Heart Journal il vaccino potrebbe divenire un ottimo strumento nella prevenzione cardiovascolare. Il vaccino induce infatti l'organismo a sviluppare anticorpi contro una molecola, l'enzima PCSK9 (Proproteina covertasi subtilisina/kexina tipo 9) che ostacola la ripulitura del sangue dall'eccesso di colesterolo cattivo, LDL.
Arriva il vaccino anti-colesterolo che ripulisce cuore e sangue

EFFETTI DEL COLESTEROLO - Il colesterolo può causare seri problemi di salute. Valori elevati di colesterolemia sono infatti correlati con l'aumento della mortalità dovuta ad alcune malattie, in particolare quelle cardiovascolari su base aterosclerotica (prevalentemente infarto del miocardio e ictus ischemico): nel contempo valori ridotti di colesterolemia, sotto una certa soglia, sono correlati con una più elevata mortalità per cause accidentali (es. suicidi) e per altre malattie (es. cancro polmonare, ictus emorragico); la colesterolemia corrispondente alla minima mortalità è più alta nelle donne (200-240mg/dl) che negli uomini (160–200 mg/dl)

LA SCOPERTA - "Il vaccino AT04A nei test di prima fase su cavie - hanno spiegato i ricercatori della FFiRis, la società biotech che lo ha sviluppato - ha indotto una riduzione dei livelli di colesterolo del 50% e ha limitato, riducendoli del 60%, i danni ai vasi sanguigni causati dalle placche che si depositano e la relativa infiammazione delle arterie".
Ai topi è stato inoculato il vaccino dopo essere stati sottoposti a una dieta ricca di grassi, per simulare le alte percentuali di colesterolo presenti in una dieta occidentale tipo.
L'AT04A contiene una molecola che spinge il corpo a produrre anticorpi contro un enzima denominato PCSK9, che blocca l'assimilazione del cosiddetto "colesterolo cattivo", spiega un articolo pubblicato su European Heart Journal. Gli anticorpi inoltre risultano presenti mesi dopo il vaccino.  
"Il vaccino potrebbe divenire una soluzione a lungo termine per tutti coloro che - per motivi ereditari o perché mangiano male - sono oggi costretti a prendere ogni giorno dei farmaci contro il colesterolo alto, che in alcuni casi possono anche procurare effetti collaterali. Se questi risultati saranno confermati sull'uomo - spiega Günther Staffler dell'azienda AFFiRis - questo potrà significare che, poiché l'effetto del vaccino perdura a lungo dopo la somministrazione, si potrà sviluppare una terapia a lungo termine che, dopo la prima dose, necessita di una sola altra dose l'anno. Questo significherebbe un trattamento più efficace e conveniente e una maggiore aderenza alla terapia da parte dei pazienti".

#vaccino #colesterolo #scoperta

caricamento in corso...
caricamento in corso...