Auto nel Serchio, 2 vittime e un disperso: a che punto sono le ricerche

20 marzo 2017 ore 11:21, Micaela Del Monte
Due vittime e un disperso. E' questo il bilancio del grave incidente stradale che si è verificato alla prime ore della mattina di domenica a Ripafratta, nel comune di San Giuliano Terme. Un'auto con a bordo almeno tre persone è precipitata dal ponte che attraversa il Serchio, sprofondando nel fiume. Dopo un lungo lavoro da parte dei Vigili del Fuoco son stati recuperati i corpi di due degli occupanti, Marius Nicolae, 31 anni, e Cristian Mircea, 26 anni, oltre all'auto, tirata fuori dall'acqua con l'aiuto di verricelli e di alcuni 'palloni', visto che il ponte non poteva reggere il peso dell'autogru.

Auto nel Serchio, 2 vittime e un disperso: a che punto sono le ricerche
Mancherebbe all'appello almeno un terzo uomo
, le cui ricerche sono ricominciate questa mattina, parente di una delle vittime, che potrebbe essere stato trascinato via dalla corrente. Proprio per cercare di trovarlo questa mattina, dopo la sospensione delle ricerche nelle ore notturne, sono tornati sul posto i Vigili del Fuoco del Comando di Pisa, i sommozzatori del Comando di Firenze e il nucleo elicotteri di Arezzo. Presente anche un'unità di comando locale dei Vigili del Fuoco di Pisa per il coordinamento delle operazioni. Le due persone già recuperate sedevano una al posto di guida con le cinture allacciate e l'altra sul sedile posteriore. Ancora in dubbio la presenza invece di una quarta persona.

I familiari degli stranieri ieri sera avevano denunciato il loro mancato ritorno a casa ma pare che non si siano accorti fino a stamani dell'incidente: l'allarme è scattato infatti poco prima delle 10 di ieri quando una pattuglia della polizia locale ha notato il parapetto del ponte sfondato e l'auto inabissata nel fiume. Le operazioni di recupero da parte dei vigili del fuoco, anche con l'ausilio dei sommozzatori, sono state piuttosto complesse e si sono protratte fino al tardo pomeriggio per riprendere poi oggi in mattinata. 

Secondo una prima ricostruzione, una delle due vittime ritrovate ha perso il controllo subito dopo una curva e ha travolto il parapetto senza accennare una frenata compiendo un salto di più di 35 metri prima di precipitare nel fiume che in quel punto raggiunge una profondità di pochi metri. Sulla dinamica dell'incidente indagano i vigili urbani con il supporto dei carabinieri. I due morti sono due rumeni amici tra loro, mentre il disperso è cugino di una delle vittime. Tutti hanno lavori saltuari e precedenti specifici per reati predatori, anche se all'interno del veicolo non sono state trovate tracce riconducibili a reati commessi nelle ore precedenti all'incidente.
caricamento in corso...
caricamento in corso...