Stabilità, la card per le famiglie solo con l'ok dei grandi gestori di servizi

21 dicembre 2015 ore 13:47, Americo Mascarucci
Stabilità, la card per le famiglie solo con l'ok dei grandi gestori di servizi
Novità per le famiglie numerose nella Legge di Stabilità approvata dalla Camera dei Deputati.
E’ stata infatti inserita una norma che va a tutelare le famiglie con almeno tre figli minorenni a carico e che sembra pensata per agevolare soprattutto l’accesso ai servizi pubblici. 
In base all’Isee, cioè l’indicatore di reddito familiare, queste famiglie potranno richiedere la ''carta della famiglia'' ed ottenere sconti per l’accesso ai servizi pubblici e privati i cui gestori saranno disponibili a sposare l’iniziativa. In pratica il tutto si dovrebbe tradurre in una sorta di "abbonamento familiare" in grado di consentire l'accesso agevolato e a prezzi scontati, ai servizi di trasporto pubblico, ma anche alla fornitura di gas ed energia elettrica. 
Una misura che naturalmente per essere attuata dovrà necessariamente incontrare il consenso e la disponibilità dei gestori dei servizi; dovranno essere proprio questi a proporre alla famiglie in possesso dei requisiti previsti, ossia almeno tre figli minorenni in carico, di poter beneficiare degli abbonamenti e delle tariffe familiari agevolati, ma c'è da star certi che, iniziando dalle compagnie di luce e gas, pur di accaparrarsi nuovi clienti,  non mancheranno adesioni all'iniziativa. concedere abbonamenti familiari. Ad ogni modo l’efficacia del provvedimento è tutta da scoprire, trattandosi di una misura teoricamente vantaggiosa che ora però dovrà essere tradotta in pratica. Come detto sarà tutta una questione di reddito familiare e proprio sull’Isee si è dibattuto a lungo in Parlamento con duri momenti di scontro. Fratelli d’Italia con un emendamento ha provato  ad escludere dal calcolo dei redditi familiari le pensioni di invalidità e le indennità di accompagnamento, trovando l’opposizione del Pd che in tutta risposta ha replicato che  il Governo ha già provveduto ad inserire agevolazioni e benefici per le famiglie con disabili a carico. 
Altri provvedimenti in favore della famiglia, riguardano l'estensione al 2016 delle misure di congedo di paternità e il riconoscimento di voucher per l’acquisto di servizi di baby-sitting, ovvero per fare fronte agli oneri per l’accesso a servizi per l’infanzia, con estensione della possibilità di beneficiare di voucher anche alle lavoratrici autonome.

caricamento in corso...
caricamento in corso...