Tumori a seno e colon anche avanzati: camminare serve contro i rischi

21 giugno 2017 ore 13:45, intelligo
Fa bene camminare velocemente anche contro il tumore, lo dicono gli esperti al congresso della American Society of Clinical Oncology a Chicago. In pratica si tratta di un anti-cancro naturale che impegna tutto il corpo ad eliminare tossine, e basta anche mezzora al giorno. E' come fare sport, ma ci sono meno rischi perché oltre a mantenersi in forma senza sforzi eccessivi, rappresenta un esercizio fisico a portata di mano. Detto questo, è chiaro che passeggiare fa bene non solo alle gambe, la sedentarietà fa proprio male alle popolazioni urbane. 
Tumori a seno e colon anche avanzati: camminare serve contro i rischi
COME RIDURRE I RISCHI: Gli studi presentati al Congresso parlano chiaro e definiscono in 25 minuti al giorno la camminata veloce necessaria al benessere del corpo e combattere anche un tumore in stadio avanzato. Lo studio è stato condotto su pazienti a cui erano stati diagnosticati due dei tumori più frequenti nel mondo: al colon retto e alla mammella. La prova è l'hanno portata 337 donne con una recente diagnosi di cancro del seno e 992 con diagnosi di cancro del colon anche in stadio avanzato. 

I RISULTATI: E' stato dimostrato che chi faceva esercizio fisico quotidiano, fosse pure una camminata di  qualche minuto riduceva il rischio di morte di circa la metà. Le pazienti che invece non facevano attività fisica aveva una progressione della malattia nella norma. Ad essere maggiormente combattuto dall'organismo che cammina almeno 25 minuti al giorno, è il cancro al seno dopo la menopausa secondo i ricercatori, ma anche in caso di cancro al colon i pazienti lo stile di vita con attività fisica quotidiana incideva sulla possibilità di vita: il rischio di morte era inferiore del 42% rispetto ai pazienti meno attivi e non attenti alla dieta.

#camminare #tumore #seno #colon
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...