Voli cancellati in Arizona per caldo record: perché non si può volare

21 giugno 2017 ore 14:33, Micaela Del Monte
Fa caldo, non solo in Italia. Anzi, in Arizona è quasi una condizione normale se non fosse che le temperature sono così alte da costringere gli aerei a restare a terra. Il 20 giugno infatti la compagnia aerea American Airlines ha dovuto cancellare quasi cinquanta voli in partenza dallo Sky Harbor International Airport, l’aeroporto internazionale di Phoenix. I servizi meteorologici avevano previsto una temperatura massima di 49 gradi centigradi: è superiore a quella a cui possono volare i Bombardier CRJ, piccoli aerei da 50 posti la cui temperatura operativa massima è di 48 gradi. Il record assoluto di temperatura per Phoenix è di 50 gradi, registrati il 26 giugno 1990. I voli cancellati, che sarebbero dovuti partire tra le 15 e le 18, ora locale, erano tutti voli interni e di breve durata.
Voli cancellati in Arizona per caldo record: perché non si può volare
BASSA DENSITA' DELL'ARIA - C'è una temperatura massima a cui gli aerei possono volare e il tutto è dovuto alla densità dell'aria, cioè con la quantità di particelle di aria in un dato spazio. Con l’aumentare della temperatura la densità dell’aria diminuisce e c’è un valore minimo di densità che permette il volo. Il fisico Rhett Allain ha spiegato su Wired (senza formule, ma con alcuni vettori) la fisica del fenomeno, partendo da come fanno gli aerei a volare. Semplificando molto, succede grazie alla spinta dell’aria sulle ali: se è poco densa, le ali si scontrano con una bassa quantità di particelle, e si può arrivare a un punto in cui non ci sono scontri sufficienti tra le particelle per consentire all’aereo di volare. 

LIMITE TEMPERATURE - A seconda del tipo di aeromobile variano leggermente le temperature entro le quali è possibile decollare in sicurezza. Secondo quanto comunicato dalla American Airlines, gli Airbus possono “reggere” 47,2 gradi, i Boeing 46,6, mentre i Bombardier CRJ 47,7. Tutte temperature che, nella giornata di martedì, sarebbero state superate. Il caldo diventa un problema per gli aerei in quanto influisce sulla loro capacità di decollo, la lunghezza della pista, in tali casi, potrebbe rivelarsi insufficiente a raggiungere le velocità necessarie, con ovvi rischi per la sicurezza. Ai passeggeri rimasti a terra a causa del caldo straordinario è stata offerta la possibilità di prenotare un nuovo volo o di richiedere un rimborso completo.
caricamento in corso...
caricamento in corso...