Caso Uva, il gup ribalta la tesi della Procura per sei poliziotti e un carabiniere

21 luglio 2014 ore 16:50, intelligo
Rinviati a giudizio. E’ la decisione del giudice per l’udienza preliminare a carico di sei poliziotti e un carabiniere. L’accusa è omicidio preterintenzionale nel processo su Giuseppe Uva, il quarantatreenne morto in ospedale il 14 giugno 2008, dopo aver passato la notte nella caserma di Varese. Il gup Sala ha respinto la richiesta di non luogo a procedere avanzata dal procuratore Felice Isnardi. La prima udienza in Corte di Assise è fissata per il 20 ottobre. Il giudice ha accolto in toto le richieste delle parti civili, i familiari di Giuseppe Uva, secondo i quali l’uomo avrebbe subito violenze in caserma da parte degli agenti e del carabiniere, che lo avevano fermato ubriaco per strada. Una decisione, quella del gup che ribalta la richiesta di non luogo a procedere avanzata dal procuratore di Varese facente funzione e dai difensori degli agenti e del militare. La sorella di Giuseppe Uva, Lucia, ha commentato tra le lacrime: “Dopo quattro anni ce l'abbiamo fatta: i giudici hanno stabilito che ci vuole un processo”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...