Addio ad un Medico in Famiglia, Rosanna Banfi svela la verità

21 luglio 2017 ore 11:37, Micaela Del Monte
Un Medico in Famiglia potrebbe chiudere definitivamente i battenti. A rivelarlo è stata la fanpage della serie dei record, che per l’occasione ha pure promosso una petizione affinché la Rai ci ripensi. A confermare il tutto sono stati alcuni attori del cast fra cui Rosanna Banfi, figlia di Lino Banfi Nonno Libero. Nel post si legge che i dirigenti Rai hanno deciso di punto in bianco di non produrre più lo sceneggiato. Il motivo? Non si sa. Probabilmente lo stop è legato agli ascolti della decima serie, che non sono stati brillanti come quelli di una volta.

Addio ad un Medico in Famiglia, Rosanna Banfi svela la verità
Eppure qualche mese aveva già dato delle anticipazioni in un'intervista a Tv Sorrisi e Canzoni: "Ci sarò anch’io, posso assicurarlo. Anzi, ho parlato con gli autori per avere una garanzia: nonno Libero sarà presente in 13 serate su 13. In passato si era preso diverse 'vacanze', ma per il ventennale vogliamo fare le cose in grande. Milena Vukotic e Giulio Scarpati saranno anche loro sempre al mio fianco. La grande novità di questa stagione è che a un certo punto i Martini lasceranno Roma e l’azione si trasferirà per alcune puntate nel Nord Italia. Non posso dire altro per due buonissimi motivi. Il primo è che stanno ancora scrivendo la sceneggiatura. Il secondo è che, anche quando sarà finita, a me la faranno leggere solo all’ultimo. Perché ho l’abitudine di proporre modifiche e dire: 'Ma perché a questo punto nonno Libero non fa così o cosà?'. Sono un po’ rompiscatole, lo ammetto. Ma sempre a fin di bene".

Le riprese sarebbero dovute partire a gennaio 2018. Evidentemente, però, gli ascolti in forte calo registrati nella decima edizione hanno convinto la tv di Stato a stoppare il seguito. E' una decisione definitiva o il tam tam in Rete farà cambiare idea? Non si sa, fatto sta che adesso migliaia di fan, alcuni dei quali seguono fedelmente la fiction dal 1998, si disperano per la fine di un’era e, con tanta  tenacia, stanno continuando a riempire i moduli della petizione per far cambiare idea alla Rai. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...