Malattie "sessuali", i numeri choc della sifilide: +400% casi dal 2000

21 ottobre 2017 ore 11:30, Micaela Del Monte
Le malattie sessualmente trasmissibili sembravano non essere più un problema. E invece non è affatto così, anzi, negli ultimi anni c'è stato un vero e proprio boom di malattie legate al sesso. Secondo i dati dell’Adoi, Associazione Dermatologi Ospedalieri, pubblicati in occasione del 56° congresso nazionale, il numero di persone che l’hanno contratta è cresciuto del 400% in 17 anni, dal 2000. E anche i casi di gonorrea, in Europa, dal 2008 al 2013 sono quasi raddoppiati.

Malattie 'sessuali', i numeri choc della sifilide: +400% casi dal 2000
Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ogni anno l’impatto di quattro Mst, tra le più diffuse, corrisponde a 498,9 milioni di nuovi casi. Questo vuol dire che nel mondo oltre un milione e mezzo di persone ogni giorno si ammala per una Mst, mentre la gonorrea ha visto quasi raddoppiare i casi in Europa tra il 2008 al 2013. In Italia, secondo l’Istituto Superiore di Sanità, negli ultimi anni i casi di Mst sono aumentati, passando dai circa 3500 del 2006 ai circa 6500 del 2013.

Un aumento registrato soprattutto tra i maschi. Ad aumentare sono soprattutto malattie batteriche come le infezioni da Chlamydia e la sifilide, ma anche quelle determinate da virus come i condilomi dovuti ad alcuni tipi di HPV e le epatiti da virus A o C. Per non parlare dell’infezione da HIV, oggi diventata la più importante malattia a trasmissione sessuale per le sue rilevanti implicazioni cliniche e di spesa sanitaria e i cui nuovi casi non accennano a diminuire nel mondo occidentale, con una minore percezione del rischio - e un conseguente picco di infezioni - soprattutto nella popolazione over-50 e anziana.

"In Europa, dalla metà degli anni '90 alcune Mst hanno trovato 'terreno fertile' per espandersi dopo un decennio di declino dei trend epidemiologici, soprattutto nelle grandi metropoli e in alcuni gruppi di popolazione maggiormente a rischio, ad esempio i maschi omosessuali - spiega Antonio Cristaudo, Presidente del 56mo Congresso Adoi -. Negli ultimi anni poi questa crescita è stata amplificata dalla facilitaàdegli incontri sessuali occasionali dovuta all'utilizzo di Internet e delle App".
caricamento in corso...
caricamento in corso...