Stephen King, 70 anni "da horror": i romanzi più letti in classifica

21 settembre 2017 ore 14:16, Americo Mascarucci
Stephen King compie oggi 70 anni. Il re dei romanzi fantastici a sfondo horror può soffiare sulle sue 70 candeline con all'attivo ben 41 romanzi con il nome in copertina, 7 firmati con uno pseudonimo, altri 11 appartenenti a due cicli narrativi, 12 raccolte di racconti, altri 6 libri non direttamente associabili alla letteratura di finzione, e ancora, un numero quasi incalcolabile di riduzioni per il cinema e per la televisione dei suoi soggetti.
Stephen King, 70 anni 'da horror': i romanzi più letti in classifica

LA CARRIERA
Scrittore prolifico, nel corso della sua carriera, iniziata nel 1974 con Carrie, ha pubblicato oltre ottanta opere, fra romanzi e antologie di racconti, entrate regolarmente nella classifica dei bestseller, vendendo complessivamente più di 500 milioni di copie. Buona parte delle sue storie ha avuto trasposizioni cinematografiche o televisive, anche per mano di autori importanti quali Stanley Kubrick, John Carpenter, Brian De Palma, J. J. Abrams, David Cronenberg, Rob Reiner, Lawrence Kasdan, Frank Darabont, Taylor Hackford e George A. Romero. Pochi autori letterari - a parte William Shakespeare, Agatha Christie e Arthur Conan Doyle - hanno avuto un numero paragonabile di adattamenti.
A lungo sottostimato dalla critica letteraria, tanto da essere definito in maniera dispregiativa su Time Magazine "maestro della prosa post-alfabetizzata", a partire dagli anni novanta è cominciata una progressiva rivalutazione nei suoi confronti. Per il suo enorme successo popolare e per la straordinaria capacità di raccontare l'infanzia nei propri romanzi è stato paragonato a Charles Dickens un paragone che lui stesso, nella prefazione a Il miglio verde, pubblicato a puntate alla maniera di Dickens, ha sostenuto essere più adeguato per autori come John Irving o Salman Rushdie
Fa parte del gruppo musicale composto unicamente da scrittori chiamato Rock Bottom Remainders.

I LIBRI PIU' LETTI
Da Carrie a Shining da Ossessione ad A volte ritornano è davvero lunga la mole di romanzi che ha regalato al grande pubblico. Alcuni sono noti grazie anche agli adattamenti cinematografici, altri meno ma tutti hanno avuto sicuro riscontro nelle vendite. segno inequivocabile di un autore che, indipendentemente dalla critica non sempre favorevole, è riuscito con le sue storie a fare breccia nella curiosità di lettori affascinati da racconti a metà fra fantascienza e genere horror, dove l'ansia e la paura sembrano sempre in agguato. Il miglio verde, Stagioni diverse, L’ombra dello scorpione, e IT sono titoli ormai entrati a tal punto nella mente delle persone da non poter richiamare un senso di ansia e di angoscia quasi automatico. 
Ora è in uscita il libro Seven Beauties, scritto in collaborazione con il figlio Owen King, che come il fratello ha seguito le orme del padre nella scrittura. "Con l'arrivo dei 70 anni le idee non mi mancano, anche se non sono più frequenti come una volta - disse King in una delle sue rare interviste in occasione dell'uscita di It. "C'era un tempo in cui avevo così tante idee che il cervello sembrava voler scoppiare, non riuscivo a contenerle. Preferivo i racconti per dare espressioni a tutte queste idee; un romanzo è come essere sposati, ti devi impegnare, devi rimanere fedele a una sola idea, come fosse tua moglie, senza farti distrarre da altre tentazioni. Ci sono aspetti della terza età che dovrebbero essere celebrati, la lentezza ad esempio. Ora le idee mi arrivano un po' più lentamente, mi giungono ben stagionate, e forse è meglio rispetto alla sarabanda frenetica di prima. Ora le idee le vedo arrivare con anticipo, e mi faccio trovare preparato all'impatto". 

#StephenKing #70anni #romanzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...