Furia Yoko Ono su bibita "John Lemon": via il nome e la multa record

21 settembre 2017 ore 16:26, Andrea Barcariol
Aver utilizzato l'immagine di John Lennon per vendere soda. E' questa l'accusa con la quale Yoko Ono, moglie dell'ex Beatles, ha fatto causa a una azienda polacca produttrice di bibite. Le sue bevande, distribuite in 13 paesi europei, avevano un nome fin troppo evocativo: “John Lemon”. Per evitare la messa al bando dei prodotti e il pagamento di una penale miliardaria la Mr. Lemonade Alternative Drinks, da novembre, cambierà il nome da "John Lemon" a "On Lemon”.

Furia Yoko Ono su bibita 'John Lemon': via il nome e la multa record
La vedova dell'ex Beatle, ucciso nel 1980 a New York, ha considerato offensiva questa evidente assonanza. Nella lettera all’azienda e ai distributori della bevanda in 13 Paesi europei, i legali di Yoko Ono avevano avvertito che continuando nella violazione sarebbero incorsi nel pagamento di danni per 5 mila euro al giorno e di 500 euro per ogni bottiglia venduta. L’azienda non si era limitata all’assonanza della bevanda con il nome del celebre artista: nel materiale pubblicitario aveva infatti usato la frase 'let it be', esattamente come il titolo dell’album e del brano dei Beatles del 1970, e anche l’immagine di un paio di occhiali tondi come quelli utilizzati dalla rockstar. "Siamo un consorzio di startup e non abbiamo gli strumenti per affrontare una persona con un patrimonio simile", ha spiegato il fondatore dell'azienda, Karol Chamera. Da qui la decisione di correre ai ripari, cambiando il brand da “John” a “On Lemon”.

I legali rappresentanti dell’azienda Mr Lemonade hanno negato di aver voluto sfruttare il nome di Lennon per realizzare maggiori guadagni, ma i legali di Yoko Ono hanno avuto ragione su di loro postando l’immagine pubblicata sulla pagina Facebook di John Lemon Irlanda con una foto di Lennon con in mano dei limoni sopra il logo della compagnia. “Stavano abusando dell’eredità culturale di John Lennon per vendere la loro soda” ha concluso Joris Van Manen del team di legali di Yoko Ono.
 
LENNON E LA PUBBLICITA'
L'artista è stato il protagonista inconsapevole di uno spot pubblicitario della Citroen che trasmetteva alcune immagini inedite di Lennon che dichiarava: “Quando una cosa è fatta, è fatta. Perciò basta con questa nostalgia per gli anni ‘60 e ‘70, basta guardarsi indietro per cogliere ispirazioni copiando il passato. Perchè questo rock’n'roll? Fate qualcosa di vostro. Cominciate qualcosa di nuovo. Vivete ora le vostre vite”. I fan si scagliarono contro Yoko Ono, accusandola di speculare e di vendere l’immagine dell’ex Beatle, ma Sean Lennon, figlio della coppia speigò che il materiale inedito era stato concesso non per soldi, ma semplicemente per ricordare il marito defunto.

#yokoono #johnlemon #lennon


caricamento in corso...
caricamento in corso...