Aggiornamento Android Oreo: con Google il biscotto si fa soft(ware)

22 agosto 2017 ore 8:38, Eleonora Baldo

Arriva nel giorno dell’eclissi di sole più spettacolare di sempre il lancio della nuova smagliantissima versione del sistema operativo Android, presentata al mondo con il nome di Oreo, il celebre biscotto di cioccolato e crema tanto amato dagli americani, da cui si spera mutui il gradimento e la soddisfazione nella fruizione.

Non capita tutti i giorni che marchi icona come Oreo e Android uniscano le forze in una modalità che riflette le loro rispettive forti personalità” ha puntualizzato con soddisfazione Justin Parnell, direttore global del marchio alimentare che insieme a Google tenterà di conquistare i cuori dei più accaniti tecnologi nella sempiterna gara ingaggiata con i concorrenti Apple e il sistema operativo iOS.

Aggiornamento Android Oreo: con Google il biscotto si fa soft(ware)
E a giudicare dalle novità presenti nell’aggiornamento del sistema operativo di Mountain View, il confronto sarà accanito. Nei fatti i fan di Google avranno tra le mani un sistema accattivante nel design, facile da utilizzare ed estremamente veloce ed intuitivo. Con “Picture-in-picture” gli utenti potranno finalmente sperimentare l’emozione di cimentarsi in due attività contemporaneamente, come inviare una mail mentre si continua a vedere un film al computer, grazie alla possibilità di ridurre la finestra principale dove avviene la riproduzione del file ad un piccolo occhiello. A facilitare e velocizzare la scrittura dei testi concorrerà invece la funzione “Smart Text Selection”, una modalità di selezione testuale intelligente, che consentirà a chi la utilizza di riconoscere il tipo di testo che viene copiato avviando telefonate se – per esempio – si è copiato un numero di telefono o aprendo la finestra mail nel caso di copiatura di un indirizzo di posta elettronica. Infine sarà possibile compilare form online in maniera semplice e veloce grazie ad “Autofill” una funzione che permette di ricordare i dati personali precedentemente inseriti e di riportarli in caso di necessità in altri moduli online. Tutto questo senza però rinunciare a un ritocco del look che ha riguardato prevalentemente le emoticon, una razionalizzazione dei consumi di batteria, e una aumentata sicurezza di sistema grazie a "Google Play Protect" con cui il colosso di Mountain View ha inteso introdurre più severi  controlli di installazione delle applicazioni a livello sorgente, nuove condizioni di sicurezza anteriori e centrali nelle impostazioni e più elevati livelli di  protezione a tutela della privacy e contro i malware.

Un sistema operativo “più intelligente, veloce e potente” – così come definito dalla stessa casa di produzione di Mountain View – che ben presto aprirà le porte ad illustri collaborazioni, come anticipato da Sameer Samat, Vp Product Manager di Google Play ed Android: “Rilasceremo i codici sorgente di Android Open Source Project (AOSP) affinché possano essere accessibili fin da subito. I modelli Pixel e Nexus 5X/6P hanno avviato i test e ci aspettiamo di iniziare la fase di roll out quanto prima, insieme a Pixel C e Nexus Player. Stiamo anche lavorando a stretto contatto con i nostri partner e prevediamo che, entro la fine dell’anno, produttori tra cui Essential, General Mobile, HMD Global Home of Nokia Phones, Huawei, HTC, Kyocera, LG, Motorola, Samsung, Sharp e Sony saranno pronti a lanciare o aggiornare i loro dispositivi con Android 8.0 O. Tutti i dispositivi che fanno parte del programma Android Beta riceveranno la versione finale”.

 

#tecnologia #novità #android
caricamento in corso...
caricamento in corso...