Brevetti violati in Germania e Usa, Nokia trascina Apple in tribunale

22 dicembre 2016 ore 16:24, Americo Mascarucci
Nokia fa causa ad Apple in Germania e negli Stati Uniti, accusandola di aver violato i suoi brevetti. 
Uno scontro in verità che va avanti da anni e che sembra non trovare soluzione.
''Con i nostri investimenti in ricerca e sviluppo, abbiamo creato e contribuito a molte tecnologie fondamentali usate nei dispositivi mobili di oggi, inclusi i prodotti Apple. Dopo alcuni anni di trattative per cercare un accordo, ora agiamo per difendere i nostri diritti'' afferma Nokia.
Nokia sottolinea nel comunicato pubblicato sul sito ufficiale che, "in seguito all'acquisizione di NSN (Nokia Siemens Network) nel 2013 e di Alcatel-Lucent nel 2016, l’azienda possiede ora tre preziosi portafogli di proprietà intellettuali, conseguenza di investimenti superiori a 115 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo in oltre 20 anni". 
Si tratta di decine di migliaia di brevetti che coprono importanti tecnologie usate in smartphone, tablet, PC e altri dispositivi simili. 
Apple aveva accettato nel 2011 di pagare le royalties su alcuni brevetti, ma ha successivamente rifiutato di acquisire in licenza altri brevetti utilizzati in molti suoi prodotti.
Brevetti violati in Germania e Usa, Nokia trascina Apple in tribunale

Apple non è nuova a cause per violazione di brevetti.
Nel 2016 è stata condannata a pagare 24,9 milioni di dollari per una disputa su alcuni brevetti legati a Siri e ben 625 milioni per l’utilizzo improprio di tecnologie di terze parti in Facetime. 
Anche Apple tuttavia ha intentato cause per violazione di brevetti, come quella vinta contro Samsung.    
Al momento la denuncia di Nokia è stata depositata in Germania, nelle città di Düsseldorf, Mannheim e Monaco, e negli Stati Uniti, più precisamente in Texas, ma l'Azienda non esclude di poter estendere l’azione ad altre giurisdizioni. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...