Samsung-Zuckerberg, promuovono la realtà virtuale. Ma l'alleanza non è una sorpresa

22 febbraio 2016 ore 13:28, Micaela Del Monte
Samsung ha ufficialmente aperto la corsa alla realtà virtuale. Non solo uno nuovo smartphone, ma anche il visore per la realtà aumentata, un regalo sì, ma anche un modo per lanciare il progetto che ormai è destinato a conquistare tutto e tutti.

Il 2016 sarà infatti l'anno dei visori come il Gear VR e a sottolinearlo c'è anche la linea che è stata seguita al Mobile World Congress di Barcellona, la più importante fiera mondiale dedicata ai dispositivi mobili. Stando alle indiscrezioni sembrerebbe confermato che l'azienda coreana abbia deciso di regalare il visore a chiunque pre-ordini prima del 10 marzo un Galaxy S7 o un S7 Edge. Samsung sta investendo molto sulla realtà virtuale, e da qualche settimane è in vendita il visore Gear VR che permette di vivere "un’esperienza completamente nuova per vivere i contenuti sui dispositivi mobili", secondo Samsung.
Samsung-Zuckerberg, promuovono la realtà virtuale. Ma l'alleanza non è una sorpresa
Il produttore sudcoreano in Italia ha regalato per alcuni mesi un paio di Gear VR a coloro che acquistavano un nuovo smartphone tra Galaxy S6, S6 Edge e S6 Edge+ tra il 21 gennaio e il 14 febbraio 2016, quindi non c'è da stupirsi se il casco necessario per assaporare l'esperienza della realtà virtuale con il proprio telefono sarà regalato anche a coloro che pre-ordineranno il nuovo Galaxy S7.

Questa tendenza di Samsung è stata presa sotto l'ala di un altro gigante della tecnologia e soprattutto della comunicazione, Mark Zuckerberg infatti, a sorpresa, è salito sul palco del Mwc per annunciare una partnership di Samsung con Facebook, proprietaria della tecnologia Oculus Vr. Ed ecco allora nascere il Gear 360, la fotocamera portatile in grado di registrare filmati a tutto tondo.  Non è un caso che anche la diretta streaming della presentazione (che potete seguire nella finestra in fondo all'articolo) sia stata a 360 gradi e che il palco a Barcellona fosse al centro della platea.
Il padre di Facebook in particolare ha voluto spingere la sua connotazione social della realtà virtuale: “è la prossima piattaforma sociale”. In altri termini vuole dire che indossare un bizzarra cuffia davanti agli occhi, magari perdendosi il passaggio del fondatore di Facebook davanti al naso, non voglia dire interrompere i rapporti interpersonali. “Andiamo verso un mondo dove chiunque ha il potere di condividere un'esperienza come se anche gli altri fossero lì con lui fisicamente” ha spiegato. “A oggi quella del Gear è la migliore esperienza di realtà virtuale su mobile” ha detto Zuckereberg, “grazie all'unione del miglior hardware (Samsung) con il miglior software (Oculus)”. Ha poi sottolineato come Facebook voglia essere la piattaforma preferita per la condivisione dei video che nascono dagli utenti in 360 gradi grazie a strumenti come la camera del produttore coreano: “Già oggi sono stati condivisi più di 20mila video 360 su Facebook”. Ha dato altri numeri: sull'Oculus Store esistono più di 200 giochi e app e sono stati visti oltre un milione di ore di video sui Gear VR.

Esteticamente appare come una piccola sfera, che pesa 153 grammi, con un altrettanto piccolo treppiede, che all’occorrenza può essere chiuso trasformandosi in un’impugnatura per trasportare facilmente il dispositivo e realizzare riprese in movimento. Come funziona? Semplice: la sfera ha due fotocamere opposte fra loro, ognuna delle quali è da 15 megapixel e ha un obiettivo “fisheye”.

Per utilizzare Gear 360 è necessaria un’app (ovviamente nativa), tramite la quale stabilire una connessione Bluetooth (non tramite wi-fi, perciò la telecamera non può essere usata a distanza, ad esempio per la videosorveglianza: per funzionare dev’essere nel raggio d’azione del telefono). A quel punto l’inquadratura può essere scelta direttamente dallo smartphone, che visualizza in tempo reale ciò che la fotocamera sta riprendendo. Al termine delle riprese si può decidere se salvare il video o le foto realizzate sul telefono oppure cancellarle. I filmati possono essere direttamente pubblicati sui social network, fra cui Facebook, YouTube e Google Street View. Il dispositivo può essere connesso, e anzi in realtà è pensato soprattutto per il visore per la realtà virtuale Samsung Gear Vr.

Gear 360 di per sé non ha memoria, ma ha uno slot per la memory card (necessaria), che può arrivare fino a 128 gigabyte. Gear 360 è compatibile con Galaxy S7 and Galaxy S7 edge, Galaxy S6+, Note 5, Galaxy S6 edge e Galaxy S6 e prevede molti accessori. Sarà disponibile a partire da marzo-aprile.

caricamento in corso...
caricamento in corso...