Esenzione ticket sanitario, troppa disinformazione: chi può chiederla e come

22 febbraio 2017 ore 23:59, Micaela Del Monte
Le esenzioni del ticket vengono stabilite in base ad alcuni fattori come: reddito, anzianità e malattie patologiche. Sul sito del Ministero della Sanità inoltre è presente una lista completa con tutte le malattie croniche e per cui è previsto l’esonero, se rientrate nei casi descritti dovete andare presso l’Asl di residenza con il certificato medico dove si attesta la malattia e gli operatori provvederanno ad inserire il vostro nominativo su un portale e rilasciarvi in seguito i codici esenzione per non pagare il ticket sanitario su esami, visite e farmaci per la terapia. 

Esenzione ticket sanitario, troppa disinformazione: chi può chiederla e come
Tra i casi di esenzione rientrano anche le malattie rare con importanti agevolazioni sulle prestazioni per diagnosticarle, lo stesso vale per la diagnosi dei tumori precoci maggiormente diffusi: tumore al collo dell’utero, tumore al seno, tumore al colon-retto. L’esenzione del pagamento del ticket sanitario può essere chiesta dalle persone invalide ma in questo caso si applica l’esonero solo ad alcune visite specialistiche legate all’invalidità che deve essere accertata dalla commissione medica dell’Asl di residenza. Ricordiamo inoltre che durante la gravidanza, per tutelare la salute della mamma e del bambino, le visite specialistiche e diagnostiche sono a carico dello Stato.
All'interno delle strutture sanitarie pubbliche il test anti-HIV, "in grado di identificare la presenza di anticorpi specifici che l’organismo produce nel caso in cui entra in contatto con questo virus", è anonimo e gratuito.

Chi può chiedere quindi l'esenzione?
 
- Cittadini di età inferiore a 6 anni e superiore a 65 anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro (CODICE E01);
 
- Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (CODICE E02);
 
- Titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico (CODICE E03);
 
- Titolari di pensioni al minimo di età superiore a 60 anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (CODICE E04).
 
Come fare per ottenere questo tipo di esenzione? Il medico di famiglia o il pediatra, i quali - evidenzia il Ministero - possiedono "la lista degli esenti fornita dal sistema Tessera Sanitaria", al momento della prescrizione verificano, su richiesta dell’assistito, il diritto all’esenzione e lo comunicano all’interessato e riportano "il relativo codice sulla ricetta". Per quanto riguarda l’esenzione relativa allo stato di disoccupazione (codice E02), in ogni caso questa deve essere autocertificata annualmente dal paziente presso la Asl di appartenenza, che rilascia un apposito certificato.
caricamento in corso...
caricamento in corso...