Ddl Concorrenza, ennesimo stop & go: 4 emendamenti e al Senato

22 giugno 2017 ore 17:49, Stefano Ursi
Il Ddl Concorrenza dovrà tornare al Senato. Sono stati infatti approvati in Commissione alla Camera quattro emendamenti relativi ad energia, assicurazioni, telemarketing e società di odontoiatri. Per quanto riguarda il comparto assicurazioni, si è decisa la reintroduzione del tacito rinnovo sulle polizze assicurative rami danni. Relativamente al comparto energetico, invece, si è decisa l'eliminazione della possibilità di mettere all'asta la fornitura di energia elettrica per i clienti che non avranno scelto il loro fornitore allo scadere del sistema di maggior tutela attualmente vigente.

Ddl Concorrenza, ennesimo stop & go: 4 emendamenti e al Senato
Relativamente all'area telemarketing, poi, si decide la soppressione di un comma introdotto dal Senato con il quale si stabilivano alcuni contenuti necessari dei contatti vocali non sollecitati da parte di operatori nei confronti degli abbonati; il fatto che al principio della telefonata vengano specificati gli elementi di identificazione del soggetto per conto del quale avviene il contatto, per esempio, e che si indichi lo scopo commerciale della chiamata effettuata. Si decide poi anche l'eliminazione della regola che consente la telefonata "solo quando l'abbonato, acquisite le suddette informazioni, presta un consenso esplicito".

Relativamente all'esercizio dell'attività di odontoiatra, l'emendamento approvato prevede che sia consentito solo a chi ha l'abilitazione e alle società operanti nel settore odontoiatrico, le cui strutture siano dotate di un direttore sanitario iscritto all'albo degli odontoiatri e all'interno delle quali le prestazioni vengano erogate da soggetti in possesso dei titoli abilitanti. L'iter del Ddl Concorrenza inizia il 20 Febbraio 2015, 850 giorni fa; ora, dopo i vari passaggi di rito, è il Commissione alla Camera per la terza lettura e sarà necessario accorciare i tempi perché si possa approvarlo entro l'estate.

#Ddl #concorrenza #Senato #legge
autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...