Facebook, svelate le regole dei moderatori: sesso e violenza gli incubi

22 maggio 2017 ore 23:56, Andrea Barcariol
Svelate le regole e le linee guida top secret di Facebook. A farlo è stato il Guardian che, per la prima volta,
dopo una lunga inchiesta, è entrato in possesso di un centinaio di manuali con le regole da rispettare e su come moderare argomenti come violenza, razzismo, terrorismo, odio e pornografia. I numeri sono impressionanti: "Facebook ha 4500 moderatori e sta progettando di assumerne altri 3mila - spiega il quotidiano britannico - Ci sono poi quelli che lavorano 'in appalto' e che sono dislocati in giro per il mondo. L'azienda però si rifiuta di dire quanti siano, né dove si trovino".

Facebook, svelate le regole dei moderatori: sesso e violenza gli incubi
Ogni collaboratore viene addestrato in sede (California) per un paio di settimane, e equipaggiato con guide che contengono i protocolli. Questi manuali sono stati visionati dal Guardian che ha spiegato le linee guida adottate. Ecco alcuni esempi: non tutti i video di morti violente devono essere rimossi perché possono contribuire a creare consapevolezza di problemi come la malattia mentale, le foto di bullismo sono tollerate: ma non ci deve essere una componente sadica o celebrativa. I video di aborti sono consentiti, purché non ci siano nudità così come le immagini di abusi su animali. Tra i settori più controversi quello del 'revenge porn' (persone lasciate che si vendicano postando immagini intime dell'ex partner). "Mantenere le persone al sicuro su Facebook è la cosa più importante che facciamo. Lavoriamo duramente per rendere Facebook più sicuro possibile pur consentendo libertà d'espressione. È qualcosa che prendiamo molto sul serio". Questa la replica del Colosso tramite un portavoce alle rivelazioni del Guardian.  "Oltre a investire su più persone stiamo anche realizzando strumenti migliori per mantenere la nostra comunità al sicuro - sottolinea Monika Bickert, Head of Global Policy Management di Facebook - Renderemo più semplice segnalarci i problemi, e più rapido per i nostri moderatori determinare quali post violano i nostri standard. Semplificheremo anche il processo con cui possono contattare le forze dell'ordine se qualcuno ha bisogno di aiuto". 
Una fonte citata dal giornale afferma che "Facebook è diventato troppo grande per riuscire a controllare i contenuti". La mole di materiale da vagliare sarebbe eccessiva per i moderatori, che hanno difficoltà soprattuto con i contenuti sessuali. "In molte situazioni occorre decidere se l'immagine è appropriata in meno di 10 secondi".

Facebook, svelate le regole dei moderatori: sesso e violenza gli incubi
FACEBOOK IN NUMERI:
Il 2016 si è chiuso con risultati al di sopra delle attese. La piattaforma social registra ricavi in aumento del 51% arrivando a quota 8,81 miliardi di dollari, molto meglio di quanto previsto dagli analisti che scommettevano su 8,51 miliardi e sul piano degli utenti, a fine dicembre erano 1,86 miliardi i profili attivi, con un aumento del 17% rispetto ad un anno fa e del 18% quelli su base giornaliera, con due iscritti su tre che accedono almeno una volta al giorno alla propria bacheca. Numeri da record.




caricamento in corso...
caricamento in corso...